EURUSD - Alla parità ci crediamo ancora?

Quello che si vede in figura è il grafico dell' EURUSD, con i livelli a cui abbiamo incrementato i nostri SHORT di EURUSD.

Rimaniamo convinti che, nel medio termine, l' euro vedrà la aprità con il dollaro e, il movinto di ieri, lo abbiamo sfruttato per incrementare le nostre posizioni in dollari.

Possiamo sbagliarci? CERTO

Nessuno vieta ad EURUSD di andare ad 1.2000... Motivo per cui il money managent rimane il punto su cui focalizzarsi maggiormente.

Il nostro obbietivo, ora, è portare queste posizioni a 1!!!

Forza!

7 - Commenti

Giorgio Monteleone - 04/12/2015 14:06 Rispondi

Ciao Luca,

vi seguo sempre con passione!

Come ho già scritto in un post precedente, credo che lo sconsiderato e "sporco" movimento al rialzo di ieri è stato pilotato maldestramente dalle solite "mani forti" e non aggiungo altro...

Ora,  le "mani forti" si sono ricollocate short a prezzi più alti..

L'NFP sarà determinante per capire una volta per tutte se la Yellen ritoccherà sti benedetti tassi (almeno credo...)

Per quel che mi riguarda resto del parere che sul lungo EurUsd sarà short...

Certo che se oggi L'NFP ci presenterà nuove sorprese...... Tutto può accadere! :)

Io sono 2 giorni che sono fuori e resto ad osservare.

 

 

 

 

Marco Di Vita - 05/12/2015 01:50 Rispondi

Ciao Giorgio, con questa mossa della BCE ormai la Yellen sarà "obbligata" ad alzare i tassi, e comunque una candela così di tipo esogeno credo e spero che potrà essere riassorbita nel giro una settimana o poco più, sono state riassorbite contro trend tra l' altro, candele ben più pesanti ( quelle del qe1 ad esempio). Comunque ti faccio i complimenti se sei rimasto fuori dai casini, hai fatto la scelta più corretta, se l' avessi fatto anche io mi sarei messo in tasca un bel po' di soldini, e cosa molto importante sarei potuto rientrare sui ritracciamenti e guadagnare un sacco di soldi, va beh se ci sarò dal vivo al webinar, potrò spiegare tutto nei dettagli.

Saluti Marco

Enrico Lanati - 04/12/2015 14:09 Rispondi

Intanto abbiamo messo comunque un bel po' di stop per ridurre il rischio. Fate attenzione!!!!

Guglielmo Bellati - 04/12/2015 15:31 Rispondi

Non capisco perchè Draghi ha voluto rafforzare l'euro se già la ripresa è così lenta in tutta europa !! Non penso ,come è stato scritto,  che siano stati itedeschi a frenarlo. Ll'economia tedesca in questo momento è così fortemente "azzoppata" dallo scandalo della volkswagen che un euro forte non gli conviene assolutamente !

Guglielmo Bellati - 04/12/2015 15:57 Rispondi

Non capisco perchè Draghi ha voluto rafforzare l'euro se già la ripresa è così lenta in tutta europa !! Non penso ,come è stato scritto,  che siano stati itedeschi a frenarlo. Ll'economia tedesca in questo momento è così fortemente "azzoppata" dallo scandalo della volkswagen che un euro forte non gli conviene assolutamente !

Daniele G - 04/12/2015 18:55 Rispondi

Tracciando sul grafico GIORNALIERO, una semplice trend line che unisci i minimi che hanno sostenuto i prezzi da marzo fino a metà ottobre, credo che prima di arrivare alla parità un giretto verso 1,11/1,115 se lo va a fare, come da immagine allegata. Mi viene da pensare che è un movimento del tutto naturale che ci può stare attirato dalla "calamita" della trend line. In quest'area io metterei già ora un ordine pending. Che ne pensate? Il dollaro potrà avere tutta questa debolezza?

Felice Carillo - 05/12/2015 11:03 Rispondi

Se supera la forte resistenza d 1.10 è probabile che arrivi in quell area da te individuata ma rimango scettico su questa prospettiva. Il mio scetticismo deriva solo dal fatto che non c'è il TEMPO.Lunedi è 7 dicembre e la riunione della FED è il 16 (9 giorni dopo e 7 se togliamo il sabato e la domenica), il rialzo dei tassi sembra certo e i mercati si muovono prima per scontare il fatto. Penso che al massimo si muoverà per ritestare l'1.10 poi si ritorna giù (Yellen permettendo).