EurCad, cross da manuale dell'analisi tecnica

C’è un grafico di un cross valutario che potrebbe tranquillamente essere inserito in un manuale di analisi tecnica ed utilizzato per corsi di formazione. Il grafico è quello di EurCad e staremo a vedere se anche nel 2020 potremo utilizzarlo come esempio di scuola del classico detto trend is your friend.

Il Dollaro canadese (nel suo rapporto di cambio UsdCad noto come Loonie) rappresenta la classica commodity currencies. Legato soprattutto all’andamento del prezzo del petrolio per effetto dei suoi ricchi giacimenti di sabbie bituminose, il Dollaro canadese risente soprattutto nei confronti delle altre valute mondiali, dell’andamento della politica monetaria degli Stati Uniti. Con il solito ritardo temporale di natura ciclica infatti il Canada alza i tassi qualche mese dopo l’avvio di una politica monetaria restrittiva da parte della FED, li abbassa nel caso opposto.

Il Canada rappresenta una delle poche aree economiche del mondo occidentale che è riuscita in questi ultimi anni a riportare il costo del denaro ad un livello ben distante dallo zero, assecondando la FED.

Ora però che Powell messo sotto pressione da Trump e dai mercati ha avviato un nuovo ciclo di easing, anche per il Canada è attesa nel corso del 2019 un’inversione della politica monetaria. Questo potrebbe impattare naturalmente sul Dollaro canadese.

Alla fine di questo articolo faremo anche considerazioni di natura stagionale, ma il grafico di EurCad è proprio ora sui supporti di lungo periodo.

Una trend line che unisce i minimi del 2012, 2015 e 2017 è stata colpita in pieno a 1.45 nelle scorse settimane. Considerando che questo livello rappresenta anche il 38.2% di ritracciamento dell’intero bull market 2012-2018, è lecito attendersi a questo punto un rientro sul mercato dei compratori di EurCad.

Poderoso il movimento rialzista della scorsa settimana con un’escursione minimo massimo di 350 pips. Un segnale di come i compratori del cross si stanno riaffacciando sul mercato. Tutta da verificare a questo punto la capacità degli orsi (ovvero coloro che sono ribassisti sul cross) di resistere a questo ritorno di fiamma.
Naturalmente le tendenze sono fatte anche per essere cambiate, ma quando ci si trova di fronte ad un trend di così lunga data è giusto prestare attenzione a cosa succede.

Fatta la foto di lungo periodo a questo punto il trader deve analizzare il cross nel breve periodo e definire una strategia.

Osservando il grafico daily capiamo subito che il tentativo di invertire al tendenza di breve periodo (bearish) è fallito tra giovedì e venerdì. Il punto di riferimento deve quindi essere il massimo di mercoledì scorso. Sopra 1.50 si va lunghi di EurCad target 1.52.

L’analisi tecnica pura per il sottoscritto non ha grande valenza se non è condita da altri indicatori fondamentali, ciclici e stagionali. Proprio riguardo al fattore stagionalità vale la pena notare come l’ultimo trimestre dell’anno ha sempre visto negli ultimi 20 anni una spiccata propensione alla debolezza da parte del Loonie. Teniamone conto.

0 - Commenti