Eur/Usd a che punto siamo?

Eur/Usd a che punto siamo?


Dal punto tecnico il cross Eur/Usd è in una fase laterale dal suo minimo del ‘7 novembre ’14.


Come lo dimostra il grafico giornaliero il calo del’Eur/Usd iniziato a maggio scorso, prosegue secondo la logica delle Elliot Wave in fase di ribasso. 
La prima macro fase ribassista  A è stata seguita dalla macro fase di correzione B, conclusa con il massimo 1,289.

La terza fase C è quindi in corso. Secondo la teoria d’Elliot questa fase dovrebbe essere divisa in due fase ribassiste a 5 tempi, 3 tempi nel senso del trend e 2 tempi di correzione. Sembra dunque che siamo attualmente nel primo tempo di correzione in attesa che la fase 3, teoricamente di più forte impulso, inizia. Venerdì  scorso quasi quasi si poteva pensare che era iniziata. Ma il movimento non è stato sufficiente per andare oltre i 1,235, punto basso della precedente fase 1 e livello di supporto maggiore.

In teoria, l'attuale fase di correzione ha un spazio rialzista  fino a  1,277/1,28. Tuttavia, il contesto ribassista  rimane forte, con uno stocastico che ha già superato il livello di 60 e un RSI a contato con la trend line dei massimi toccati dall’inizio del movimento a maggio. In tale situazione probabilmente il cross non dovrebbe andare oltre 1,2560/1,258 ultimo livello di resistenza.


L’impulso ribassista, potrebbe venire da Draghi la settimana prossima, anche se esso dovrà essere molto convincente perché il supporto a 1,235 è storico! Fattore aggravante (se si può dire), si calcola che più o meno,  tra 1,23 e 1,24, si trova il prezzo che uguaglia  i rispettivi livelli di sviluppo economico tra USA e Euro Zona.
Tuttavia, la speculazione amplifica sempre i movimenti . Quindi come l’ha fatto verso l’alto, lo farà verso il basso! Una volta passato il traguardo a 1,23,  il cross dovrebbe andare velocemente verso 1,215. 

Il target finale della macro fase ribassista può essere calcolato, considerando il rintracciamento di Fibonacci rialzista B sulla fase ribassista A  a 23,6%. Quindi l’ampiezza del movimento C  potrebbe essere tra 38,2% e 50% di A ovvero tra un prezzo di  1,20/1,17 a medio lungo termine, come lo indicano certe banche. Ma se ne parlerà più avanti … Un passo alla volta!

Trade: 

Mia posizione sarà dunque di ricarricare la posizione short (ho preso una parte dei benefici a 1,236) ogni volta che verrà toccato un nuovo massimo in fase di correzione, con un primo target 1,235 poi 1,229, e 1,215, lasciando sempre una posizione senza limite, scegliendo quella che ha il prezzo d'ingresso più alto.

Ovviamente ciascuno fa come vuole ;-) 


Cordiali Saluti

 

JcD

2 - Commenti

master fx - 27/11/2014 11:31 Rispondi

Ottima analisi!

Jean Christophe Dufour - 27/11/2014 12:10 Rispondi

Grazie :-)