Analisi Usd.Jpy di breve termine

La forza del dollaro poco fa pensare in questo momento ad una discesa nonostante il clima internazionale che lo riguarda non sia del tutto sereno, evidentemente i fondamentali dell'economia americana non fanno temere focolai di recessione e il mercato semplicemente ne prende atto.

Analizzando il cross usd.jpy nel grafico giornaliero si può vedere come nel medio periodo sia partito un trend ribassista da circa 112,40 formando un canale che ha visto in 114,43 il suo punto di minimo. Da lì però il cambio sembra avere invertito rotta e iniziato nel breve un mini trend che l'ha portato fino a 108,40. L'incrocio dal basso verso l'alto delle medie mobili veloci a 10 e 20 osservazioni (rispettivamente curva celeste e rossa) dapprima con la media più lenta a 50 (curva gialla) e poi con quella a 100 (curva verde) avvenuta in questi giorni fa pensare che il trend possa proseguire e spingersi verso area 109,30 dove troverà una resistenza molto arcigna e la media mobile a 200, da lì mi aspetto un ritracciamento, ci sarà da capire a quel punto se si tratterà di una semplice presa di profitto nell'attesa che entrino altri compratori oppure se gli shortisti avranno la meglio e proseguirà il trend di medio.

I dati di questa settimana che interessano l'economia americana potrebbero dare una spinta importante, sia riguardo le scorte di petrolio e l'indice manifatturiero che danno sempre e comunque un segnale della congiuntura economica, ma soprattutto in rapporto al dato di venerdi sull'occupazione non agricola. Grosse novità al riguardo non ce ne dovrebbero essere, gli analisti si attendono la creazione di 145.000 nuovi posti di lavoro e un tasso di disoccupazione fermo al 3,7%, dati che se venissero confermati potrebbero trasmettere un'iniezione di fiducia in più al mercato riguardo le resistenza del FOMC alle pressioni di Trump in tema di politica monetaria, oltre che un segnale di salute dell'economia statunitense che viene sempre apprezzato e prezzato dagli operatori.

Dal lato asiatico, viceversa, non sono attese notizie di rilievo, essendo anche che ormai tutta la situazione che interessa l'economia giapponese è ben definita con l'unica variabile che sembra essere la politica monetaria della banca centrale, ma questo a mio avviso solo nel medio-lungo, in quanto nelle ultime sedute Kuroda non ha fatto cenno ad un cambio imminente di strategia al riguardo facendo in questo modo presagire una certa stabilità, quindi a meno di colpi di scena lo stato delle cose non dovrebbe mutare.

I cambiamenti invece riguardo gli accordi commerciali potrebbero essere determinanti e stravolgere il quadro generale che probabilmente si rifletterà anche sul lungo periodo e quindi tutte le considerazioni fatte verrebbero messe in discussione, posto sempre che semplici rumors inciderebbero invece esclusivamente nel breve termine.

---

Guarda la registrazione del Webinar del lunedi, abbiamo parlato di EURUSD, Bitcoin, DAX, GOLD...Clicca QUI

Iscriviti al prossimo Webinar del lunedi da QUI

---

0 - Commenti