Fondo vs Fondo - il differenziale di commisione!

Una delle decisioni più importanti prima di investire è capire se è il caso du usare fondi a gestione attiva o passiva.

Nel corso degli ultimi anni, è stato dimostrato statisticamente che gli investimenti a gestione passiva (ETF) hanno attratto flussi più positivi mentre gli investitori hanno liquidato di più i fondi attivi gestiti. (vedi grafico a barre sotto).

Il motivo principale di questo è dovuto alle maggiori commissioni che gli investitori devono pagare per la gestione attiva. Giustamente, tutti ci facciamo la stessa domanda: vale la pena pagare un costo aggiuntivo per qualcosa che possiamo facilmente ottenere investendo in un ETF e pagando molto meno? Le tasse danneggiano le prestazioni così tanto o stiamo esagerando?

Per comprendere l'effetto delle commissioni sulla performance, in questo articolo ho voluto confrontare gli stessi investimenti, ma uno di loro ha una commissione più alta.

Fondo attivo vs Fondo attivo: il differenziale di commisione!

Qui confronterò il Russell US Equity Fund (CLASSE A) con il Russell US Equity Fund (CLASSE B). Sto usando due fondi gestiti attivi, che sono esattamente uguali ma sono di una classe diversa. Ciò significa che la gestione e le posizioni sottostanti sono esattamente le stesse; l'unica differenza è la struttura delle commissioni.

Inoltre uso fondi gestiti attivi l'uno contro l'altro, piuttosto che l'ETF rispetto al fondo attivo come ho fatto in un altro articolo, perché l'obiettivo qui è comprendere l'effetto delle commissioni sulle prestazioni, eliminando al contempo altri fattori.

La Classe A ha una commissione di gestione annuale dello 0,87%, mentre la Classe B ha una commissione di gestione annuale dell'1,72%.
Come possiamo vedere dalle statistiche qui sopra, con il passare del tempo, la differenza tra le prestazioni aumenta: non dimenticare che stiamo confrontando lo stesso fondo, quindi la differenza sono solo le commissioni!

Nell'arco di un anno, la differenza nella performance è dello 0,86% (3,37% meno 2,51%), il che è perfettamente logico in quanto la differenza delle commissioni dei due fondi è dello 0,85% (0,87% per la classe A meno 1,72% per la classe B).

In un periodo di 5 anni, la Classe A (quella con la commissione inferiore) ha generato un rendimento annuale del 12,79% mentre la Classe B (con la commissione più elevata) ha generato l'11,82%. Questo significa che con la Classe A prendiamo circa lo 0,97% in piu ogni anno per 5 anni!

Il differenziale di commissione è aumentato più tempo che passa e ciò è dovuto all'interesse composto. Questo può essere compreso anche guardando semplicemente il grafico mentre le linee si allontanano lentamente l'una dall'altra. Usando la classe di azioni a tariffa maggiorata, avremo una frazione molto piccola in meno ogni giorno, ma che alla fine sarà considerevole a lungo termine.

Comprendere la struttura delle commissioni degli investimenti che scegliamo è cruciale. Sebbene sappiamo che i fondi gestiti attivi hanno commissioni più alte, è importante guardare oltre, come evidenziato nel mio precedente articolo.

Ci sono alcuni casi in cui possedere ETF ha più senso mentre ci sono casi in cui i fondi comuni sono più appropriati. Nel nostro prossimo webinar discuteremo sulle differenze tra i due e capiremo come scegliere il meglio in entrambi i casi. Clicca qui per registrarti gratuitamente!
---
Vuoi sapere quali sono le strategie che stiamo attualmente monitorando per gli investimenti a lungo termine? Clicca qui per saperne di più sul nostro rapporto di ricerca sugli investimenti

---

0 - Commenti