Ultima seduta negativa per Piazza Affari: ma un 2019 da record

  • Si chiude un 2019 che è stato straordinario per le borse grazie alle banche centrali e alla propensione al rischio degli investitori;
  • Il 2020 avrà delle incognite dettate dalle vicende extrafinanziarie che interessano i vari mercati;
  • Nel valutario la sterlina potrebbe esplodere nell'anno venturo soprattutto se la Gran Bretagna uscirà senza ulteriori problemi dall'Europa.

L'epilogo delle borse

L'ultimo giorno di contrattazione del 2019 si è svolto all'insegna di pochi scambi in un clima assolutamente vacanziero per il FTSE Mib che ha chiuso la seduta in calo dell'1,06%.  E' tempo di bilanci, l'annata è stata assolutamente straordinaria con un rialzo del 29%, il più alto dal 1998. Paradossalmente solo la borsa di Atene, l'altra principale resiliente alla grande crisi che colpì i PIIGS un decennio fa, ha fatto di meglio con un + 51%, le altre invece si sono collocate sotto il listino milanese (il Cac40 ha guadagnato il 28,5%, il Dax il 25% e il FTSE 100 e l'Ibex solo il 13%).
Le ragioni sono da ricercare sempre nella quantità enorme di liquidità che la Banca Centrale Europea ha messo a disposizione delle banche che verosimilmente si è riversata sui mercati distribuendosi in maniera non del tutto uniforme in funzione delle vicende che hanno interessato i vari paesi.
Londra, ad esempio, non ha potuto non risentire della logorante questione della Brexit che si è risolta solo verso la fine dell'anno corrente, almeno così sembra. L'Ibex è stato particolarmente danneggiato dalla situazione dei finanziari coinvolti nella faccenda giudiziaria dei tassi sui mutui che si dipanerà all'inizio del prossimo anno, mentre il Dax è stato frenato da qualche segnale recessivo della locomotiva tedesca.

E per il 2020?

Sono parecchie le variabili su cui faranno riferimento gli investitori per decidere dove mettere i propri soldi. E' probabile che proprio quei mercati più a inclinazione shortista nel 2019 vengano riconsiderati una volta definite le questioni che li avevano un pò depressi. I dati macroeconomici che verranno fuori dagli istituti di statistica dopo la separazione della Gran Bretagna dall'UE saranno determinanti per la percezione dell'impatto sull'economia britannica che questo evento storico avrà causato, con ovvi riflessi sui mercati finanziari.
Scommettere sui titoli spagnoli potrebbe essere un'idea di investimento da tenere in riserbo nel caso in cui le sentenze della Corte di Giustizia non siano particolarmente pesanti per le banche, fermo restando che il mercato ha già in gran parte scontato i peggiori scenari.
E poi... vi è sempre da prestare la massima attenzione su ciò che farà la BCE alla guida di Christine Lagarde, se continuerà sulla strada dell'espansionismo monetario incanalata da Draghi, oppure si farà attrarre dalle voci insistenti dei falchi tedeschi e francesi. Questa potrebbe essere la variabile decisiva per stabilire se ci sarà il denaro per sostenere ancora il rialzo per un altro anno ancora oppure se arriverà la sostanziosa correzione che molti si aspettano da anni.

Nel forex attenzione alla sterlina

Il mercato valutario sarà il prodotto di fattori geopolitici, fiscali e monetari. Il dollaro americano probabilmente manterrà la sua forza relativa, soprattutto se la Fed continuerà a tirare il freno a mano sulla politica dei tassi e a centellinare gli interventi sul mercato interbancario, mentre la questione dei rapporti commerciali tra Usa e Cina troverà il giusto epilogo in un grande accordo risolutivo e definitivo. L'Euro sarà presumibilmente la valuta su cui pochi punteranno alla luce della situazione economica europea che non volge al meglio con anche delle previsioni future di inflazione molto lontane da obiettivi che determinano una sana crescita. La sterlina invece ha delle potenzialità enormi e i segnali li ha mostrati tutti nel dopo elezioni del 12 dicembre che si sono svolte in Gran Bretagna. Se non ci saranno altre sorprese che allungheranno la già estenuante via crucis sulla Brexit, i trader potrebbe scommettere sul pound dopo che in questi ultimi anni l'hanno sonoramente massacrata.

---

Solo nell'ultimo anno la banca d'affari Goldman Sachs ha guadagnato oltre nove miliardi di dollari con il trading.

In QUESTO CORSO vedremo come ha fatto!

(Il corso è scontato del 50% fino al 31.12.2019)

---

0 - Commenti