Janet Yellen preoccupata per il futuro dell’economia Usa

  • Per Janet Yellen ci sono buone ragioni per preoccuparsi dell’economia Usa
  • Il pericolo temuto dall’ex numero uno della Federal Reserve, è quello della recessione
  • Attualmente l’economia americana è in forma “eccellente” ma si trova ad affrontare diversi rischi.

Janet Yellen, ex governatore della Federal Reserve, afferma che ci sono buone ragioni di preoccuparsi del fatto che l’economia statunitense possa scivolare nella recessione. Attualmente l’economia a stelle e strisce si trova in uno stato di salute eccellente, tuttavia Washington deve fare i conti con numerosi rischi. Incertezze dalle quali è circondata a livello internazionale.

I rischi sull'economia Usa

Ovviamente il primo e più importante è quello di un rallentamento della produzione dettato dalla questione dazi con la Cina. Dazi che non sembrano aver dato gli effetti sperati. Anzi, ad essere precisi potrebbero aver avuto solo conseguenze negative. Prezzi più alti sulle merci e un generale clima di incertezza per le aziende i certo non sono elementi favorevoli alla crescita economica. Ma problema dei dazi non è il solo. O per meglio dire, ce ne sono altri che potrebbero avere impatti molto più diretti a livello sociale. Un esempio arriva dalla disparità di ricchezza che si sta accentuando all’interno della società civile. Tutti i numerosi benefici arrivati da un’espansione economica durata anni si sono riversati solo su una parte minima della popolazione. Ciò significa, come ha sottolineato la Yellen che “i vantaggi del nostro sistema economico non sono condivisi in maniera ampia”.

E la Fed?

Nel caso di recessione, inoltre, la Federal Reserve avrebbe per giunta un margine di azione relativamente piccolo. I tassi di interesse, infatti, si trovano ad un livello basso, troppo per essere tagliati ulteriormente per dare una scossa all’economia. Un’economia che, da parte sua si trova in forma eccellente ma che, tuttavia, in considerazione di quanto detto, non può fare a meno di dover prendere atto dei numerosi rischi che si stanno moltiplicando all’orizzonte. Nessuna recessione, per adesso e con ogni probabilità per tutto il 2020. Ma questo non vuol dire che possa essere esclusa anche in futuro.

0 - Commenti