Inversione della ‘Yield Curve’- dovremmo preoccuparci?

Se seguite le notizie finanziarie, ci sono buone probabilità che abbiate notato la menzione dell'appiattimento della 'yield curve' negli ultimi mesi.

Cos'è la yield curve?

La yield curve è una curva che mostra i rendimenti o i tassi di interesse tra le diverse scadenze dei contratti obbligazionari. In un ambiente normale, il rendimento è più elevato per le obbligazioni con scadenze più lunghe e inferiore per le obbligazioni con scadenze più brevi.

Qui il concetto è molto semplice. Se depositi denaro in un conto di deposito fisso per 5 anni, ti aspetti un tasso più alto di quello che depositerai per 1 anno. Il motivo è perché stai assumendo più rischi e quindi meriti una ricompensa più alta.

Quando i tassi di interesse a lungo termine si avvicinano ai tassi di interesse a breve termine, la yield curve inizia ad appiattirsi e una curva di rendimento più piatta (Flat Yield Curve) inizia a svilupparsi.

Una yield curve piatta (flat) può svilupparsi ulteriormente e diventare ‘inverted yield curve’ (invertita) e ciò accade quando i tassi a lungo termine scendono al di sotto dei tassi a breve termine.

Perché la yield curve è importante?

La yield curve più importante da seguire è quella dei Treasury statunitensi.

Più in particolare, dobbiamo considerare la differenza tra le obbligazioni a 10 anni a quelli a 2 anni. Questa differenza è conosciuta come un indicatore storico della salute dell'economia e dei mercati. (vedi grafico sotto)

Lo spread tra i tassi di 2 anni e i 10 anni sta lentamente diminuendo (vedi grafico sotto). Nel 2014, ad esempio, lo spread era dell'1,94% mentre oggi la curva si appiattisce perché la differenza è solo dello 0,56% !.

Nonostante i numerosi rialzi dei tassi di interesse da parte della FED questo anno, i tassi a lungo termine non hanno tenuto il passo, provocando un appiattimento della curva dei rendimenti e alimentando i timori di una recessione. Quando gli spread tra i tassi a breve e quelli a lungo termine si restringono, suggerisce che il mercato crede che la crescita economica e l'inflazione non siano sostenibili e cadrà in futuro.

La preoccupazione maggiore qui è che quando la curva dei rendimenti scende nel territorio invertito, sembra esserci una correlazione estremamente elevata con le contrazioni del mercato e / o la lenta crescita economica.

Anche se questo è stato un indicatore molto affidabile in passato, dobbiamo tenere a mente alcuni punti importanti:

1) L'appiattimento della yield curve è qualcosa da guardare con attenzione, ma è completamente l'inversione che conta di più. Poiché il grafico sottostante mostra che la yield curve si inverte circa 12-18 mesi prima di una recessione, tuttavia, in questo momento la yield curve sta diventando sempre più piatta, non invertita.

2) Una yield curve più piatta oggi non è un fenomeno strano considerando le azioni provenienti dalla FED statunitense. Tornando al grafico sottostante, la yield curve si appiattisce tipicamente nel corso di un ciclo di escursione dei tassi, quindi i movimenti che stiamo vedendo oggi non sono in disaccordo con la storia.

3) A partire dalla crisi finanziaria del 2008, le banche centrali di tutto il mondo hanno ridotto i tassi ai minimi storici e acquistato circa $ 11 trilioni di obbligazioni governative globali. Grandi quantità di stimoli dalla politica monetaria hanno senza dubbio allungato i mercati obbligazionari, il che significa che potrebbero non essere più come prima nel contesto di questo indicatore.

Per concludere, non penso che la yield curve stia attualmente prevedendo una recessione. Tuttavia, potremmo essere in una zona di attenzione. I rialzi da parte della FED, insieme alla domanda di credito debole, potrebbe indicare che la recessione si sta profilando. È in questo modo che dobbiamo trovare investimenti adatti in periodi diversi in modo da poter superare qualsiasi tempesta che possa verificarsi, senza perdere lo slancio da questa tendenza al rialzo a lungo termine.

1 - Commento

nicola piasentin - 12 ottobre 00:19 Rispondi

bell'articolo grazie