Economia - Politica - Diritto

/ / / Gestione degli ETF - Best of both worlds

Gestione degli ETF - Best of both worlds

Gestione degli ETF - Best of both worlds

Buongiorno a tutti.

Vi sono 2 correnti fondamentali di pensiero nel vasto mondo dei fondi d'investimento.
Coloro i quali osannano la capacità soggetiva del gestore nel sovraperformare, e coloro i quali si accontentano del pilota automatico. Il mondo degli ETF (Echanged Traded Funds) ha riscosso enorme successo negli ultimi anni. La loro particolare struttura difatti permette una negoziazione vera e propria in borsa e dunque un prezzo di domanda e di offerta (ne è così possibile il trading).

Ultimamente è come se l'investitore medio preferisse affidarsi ad una replica sintetica del mercato spot sottostante sminuendo quelle che potrebbero essere la capacità umane del singolo gestore - scetticismo.
Tanti giustificano ciò con le BADformance poco amichevoli degli ultimi anni, altri con una questione di ottimizzazione dei fondi. Gli ETF infatti non fanno altro che replicare esattamente l'andamento dello specifico sottostante optando per una palese gestione passiva, e perciò costano ovviamente meno. È difficile dunque inciampare in un professionista che dice di essere un "gestore ETF" visto che per definizione non vi è un benckmark da "battere".

Per contro, alcuni di questi strumenti riescono ad andare ad offrire repliche dove molti fondi comuni d'investimento non riescono ad operare. Uno dei pionieri fu di fatto quello sul GOLD.

Concludendo ritengo che un investitore debba considerare una buona sinergia di entrambi i mondi "best of both worlds".

Sperando di avervi fornito utili informazioni.

Un saluto

Alan

Alan Barattolo

Alan Barattolo


Trading | Gestione discrezionale | Consulenza

12/09/2016

Punti: 2

0 - Commenti