2020: problema numero uno sarà la sicurezza informatica

  • Cambia la tipologia dei furti online: non solo più carte di credito
  • Stanno aumentando i pericoli per una possibile diffusione dei deepfake
  • I deepfake sono video falsi, creati da software specifici, partendo da frammenti di immagini reali

L’intelligenza artificiale e la pirateria automatica sono destinate a rappresentare una delle peggiori minacce del 2020. A dirlo è un recente report di IntSights.

Deepfake e disinformazione

Aumentano disinformazione e soprattutto la disponibilità di strumenti per creare deepfakes, i video falsi, creati partendo da immagini reali. Il problema, inoltre, non sta solo nella diffusione dei software in grado di creare video falsi, ma soprattutto nella quasi impossibilità di distinguerli dai veri. A questo si aggiunga il fatto che dati sensibili, foto, big data, rischiano di essere facile preda di hacker. Si impone, quindi, come necessaria, un’ampia politica di protezione dei dati che ognuno di noi lascia ogni giorno in Rete. La conferma arriva anche da Etay Maor, Chief Security Officer della società di cyberintelligence IntSights

Pirateria automatica

L'esperto sottolinea come, in tempi brevi, potrebbe essere possibile vedere l’adozione, anche su larga scala, di strumenti di intelligenza artificiale e software per attacchi mirati in automatico. In altre parole: un programma per computer che impara a creare contenuti falsi, riconoscere chi o cosa attaccare e farlo da solo. Magari espandendosi ad altri device. Paradossalmente la nuova tecnologia 5G, grazie alla possibilità che offre di aumentare la velocità  e la portata del flusso di dati, potrebbe rendere più facile il furto.

2020: anno di elezioni

Un problema non indifferente che va oltre i possibili ricatti creati ad arte da un video falso. Infatti è bene ricordare che il 2020 sarà un anno delicatissimo per gli Usa con le elezioni presidenziali in arrivo. E il presidente Usa Donald Trump potrebbe essere messo sotto accusa. Ma quello dei deepfake e della pirateria automatica è anche un problema che si può proiettare in ambito mondiale. Spionaggio informatico oppure addirittura il blocco delle strutture dedicate alle utility (acqua o corrente elettrica). Infatti i deepfake possono creare disinformazione e forte confusione nell’elettorato come anche, più in generale, nell’opinione pubblica.

0 - Commenti