Sono uscito dai certificate con strike 17000

Ciao a tutti,

ieri ho tenuto un webinar sui certificates nel quale parlavo di un prodotto con Strike 17000 che va a replicare l'andamento dell'indice italiano. (QUI)

Tra ieri ed oggi ho preso posizione. Le cose non sono andate bene in quanto l'indice italiano è salito e di conseguenza sono uscito dalla posizione in perdita.

Ma...

Se andate a vedere il modello di pricing del Certificate Turbo vi renderete conto che non ha senso prendere lo stop loss. 

Quindi se volete fare trading su questi prodotti non dovete mai permettere al certificate di andare in "knock out". Infatti qualora il valore dell'indice dovesse raggiungere tale livello perderemmo tutto l'investimento.

Il problema è che il valore del certificate incorpora anche altre componenti (assicurative) che andrebbero perse. (Uscendo ho salvato circa 300 Euro, riducento la perdita a meno di 150 Euro).

L'idea è che a mio avviso è corretto comprare i certificates piu' vicini al livello di strike, ma il nostro livello di uscita deve essere precedente al momento in cui il certificate colpirà (o potrebbe colpire il livello di strike).

Una volta usciti dalla posizione possiamo riposizionarci (volendo) sullo strike immediatamente superiore se vogliamo mantenere il trade, risparmiando un bel po' di soldi ed abbassando la leva.

Sto cercando di organizzare una sessione operativa su questi strumenti e ne parleremo diffusamente in quell'occasione.

Per quanto riguarda invece il certificate con strike 17500 (articolo) invece, siamo ancora distanti dai livelli di strike ed ancora ampiamente in GAIN e per il momento lo manteniamo in portafoglio. (QUI)

Buon trading!

6 - Commenti

Luca Discacciati

Luca Discacciati - 30/11/2016 18:05 Rispondi

Enrico Lanati

Enrico Lanati - 30/11/2016 18:11 Rispondi

Marco Nunzio Carmentano

Marco Nunzio Carmentano - 30/11/2016 18:21 Rispondi

Pasquale De Marco

Pasquale De Marco - 01/12/2016 08:58 Rispondi

Alfredo GIUSTO

Alfredo GIUSTO - 01/12/2016 09:55 Rispondi

Leonardo Corbelli

Leonardo Corbelli - 05/12/2016 10:56 Rispondi