Come avere una seconda opportunità sui mercati

Natixis è da sempre in prima linea per l'innovazione di prodotto e questa volta si è superata!

Oggi vi voglio parlare di un certificato da investimento molto particolare, sia per come è costruito sia per la capacità di proteggere l'investitore in caso di scenari avversi. 

Si tratta del certificato con ISIN: IT0006744335 Phoenix Yeti with New Chance Effect WO

Come funziona:

Il certificato è quotato sul SeDeX ed ha un valore nominale di 1000 Euro.

Il certificato ha come sottostante un basket di 4 titoli a larga capitalizzazione quotati su Borsa Italiana:

  • FCA  (Strike 14.918)
  • Intesa SanPaolo (Strike 1.9948) 
  • STMicroelectronics (Strike 13.865)
  • Telecom Italia (Strike 0.486) 

> I livelli di barriera (Coupon / Rimborso) sono posti al 70% del prezzo di strike per ogni sottostante.

> La data di scadenza è posta a circa 3 anni da oggi (09.02.2022)

> Ad ogni data di rilevazione (mensile) il certificato pagherà un coupon di 0.60% (7.2% p.a), nel caso in cui TUTTI i sottostanti dovessero trovarsi sopra il livello di barriera. 

> Il certificato ha "effetto memoria": questo significa che anche se dovessimo perdere dei coupon per "colpa" di uno dei sottostanti, i coupon verrebbero recuperati nel caso in cui i sottostanti dovessero tornare sopra la barriera alla rilevazione successiva.

> Il certificato è infine di tipo Autocallable, questo significa che dopo un'anno nel caso tutti i titoli facenti parte del basket fossero sopra il livello di strike ad una qualunque data di rilevazione questo certificato verrebbe ritirato e rimborsato a 1000 Euro.

Fin qui tutto normale, ma cos'è allora l'effetto NEW CHANCE?

L’effetto New Chance prevede, a date di osservazione prestabilite (31.01.2020 e 01.02.2021), la rimozione dal paniere del titolo con la peggiore performance, qualora questo si trovi al di sotto del livello di barriera.

Questo significa che ogni anno se un titolo del paniere dovesse performare  molto male questo non avrebbe un forte impatto nè sulle cedole nè sul mark to market del certificato.

In buona sostanza si ottengono due risultati:

  1. una maggiore protezione per l’investitore,
  2. un miglioramento nell’andamento del mark-to market del certificato in caso di crollo dei mercati.

Soprattutto il punto 2 è il vero punto debole dei certificati Worst of. Generalmente se un titolo inizia a performare molto male fa scendere di molto il prezzo del certificato. Con questi certificati questo effetto è attenuato.

Conclusioni

Questo certificato mi piace tantissimo perchè:

  1. E' poco volatile.
  2. Offre un rendimento commisurato al rischio
  3. Alcuni dei sottostanti sono già sopra il livello di strike e potrebbe rimborsare anticipatamente
  4. Ritengo offra un ottimo livello di protezione.
  5. Se alla data di rilevazione finale i sottostanti fossero sopra la barriera otterremmo una performance positiva anche in presenza di performance negative dei sottostanti.

Non dimenticate pero' che:

Se alla data di rilevazione finale uno dei sottostanti (rimasti nel basket) fosse al di sotto del livello di barriera, il certificato corrisponderebbe un valore pari alla performance del sottostante peggiore con una perdita di almeno il 30% sul capitale nominale del certificato.

Per qualunque domanda richiesta o chiarimento in merito vi invitiamo a contattare direttamente l'emittente da QUI e di leggere il KID.

Si tratta infatti di prodotti strutturati ad elevata complessità che potrebbero non essere adeguati per tutti gli investitori.

1 - Commento

Enrico Lanati - 13 maggio 09:44 Rispondi

In questo momento il certificato è a sconto del 5% rispetto al prezzo di emissione.