Azioni Generali: la ripartenza passa da accordo, ecco come investire | Investire.biz

Azioni Generali: la ripartenza passa da accordo, ecco come investire

Il tentativo di prendere il controllo del cda di Generali da parte di Del Vecchio e Caltagirone è fallito ma il gigante assicurativo rimane ancora ai box. Come investire?

Quanto possa essere destabilizzante per una società una lotta di vertice è ben riflesso nel grafico 2022 delle azioni di Generali Assicurazioni. Un classico titolo da cassettisti, da tenere in portafoglio per lunghi periodi, si è trasformato in una azione da trading con un vigoroso saliscendi. Infatti, nella prima parte dell’anno, fino al 7 marzo 2022, l’azione Generali ha perso il 17% di capitalizzazione in linea con l’umore generale dei mercati azionari. Poi, in poco meno di un mese, ha registrato un balzo del 40% terminato sui massimi del primo aprile a 21,55 euro. Il capitombolo successivo ha portato un ribasso del 32% a 14,54 euro. Nel complesso il bilancio da inizio anno segna -34%. 

Nonostante il tentativo di dare una scossa alla governance di Generali sia fallito, gli strascichi della “guerra” al vertice si fanno sentire ancora. Leonardo Del Vecchio, il patron di EssilorLuxottica, è scomparso poche settimane fa ma Francesco Gaetano Caltagirone è vivo e vegeto e la sua ombra si allunga ancora sulla poltrona del Consiglio di amministrazione che ha scelto di lasciare libera dimettendosi dalla carica di consigliere. Per ben tre volte il Comitato nomine del gruppo assicurativo si è riunito senza riuscire a trovare un sostituto.

Le personalità finora contattate, non avendo nessuna intenzione di finire al centro di una battaglia, hanno richiesto una nomina all’unanimità che però oggi, all’interno del Cda di Generali, è molto difficile da ottenere. Perché la sconfitta di Caltagirone e del suo piano di rilancio della compagnia assicurativa non è stata totale. La sua “lista” ha preso il 42% dei voti che gli garantiscono una minoranza forte nel Cda, in grado di influenzare eventuali operazioni straordinarie.

Dunque Generali è ancora ai box e la sua ripartenza passa dalla ricerca di un accordo che al momento sembra difficile. La battaglia non è finita ma questo stato di cose non potrà continuare all’infinito vista la centralità di Assicurazioni Generali dal punto di vista finanziario, economico ma anche politico. 

A seguito di quanto detto, considerando l’elevata volatilità che ha caratterizzato l’azione nel primo semestre dell’anno e gli scenari ancora incerti, per investire su Generali Assicurazioni si potrebbe ricorrere a un certificato Recovery Top Bonus emesso da Société Générale, identificato dal codice Isin DE000SN3YFL2. I Recovery Top Bonus sono dotati di una barriera a scadenza che per il sottostante Generali è collocata a 10 euro, il 31% in meno dai valori attuali, già vicini ai minimi dell’anno, e su quotazioni che mancano da 6 anni. Dunque un cuscinetto di sicurezza ulteriore in caso di ulteriori ribassi del titolo. 

 

Azioni Generali: l’analisi tecnica

Nonostante la prolungata discesa che dai massimi del primo aprile a 21,55 euro ha portato le quotazioni di Generali a 14,54 euro lo scorso 5 luglio, il titolo ha ripercorso al ribasso solo il 62% circa del rialzo costruito a partire dal marzo 2020. Per evitare nuovi ribassi deve tuttavia reagire dall’area dei 15 euro dove scambia nella seduta del 12 luglio, quando questa analisi viene redatta. In particolare, un segnale positivo di breve periodo arriverebbe con la rottura al rialzo di area 16,10 euro, dove probabilmente avremmo anche il test della media mobile a 55 giorni. Al ribasso, per contro, da monitorare i recenti minimi a 14,54 euro, segnati il 5 luglio, la cui violazione preparerebbe una nuova gamba ribassista verso 13,90/13,80 euro. 

 

Investire sulle azioni Generali con i Certificati

Per investire sull’azione Generali l’Ufficio studi di Investire.biz ha selezionato il certificato emesso il 28 giugno 2022 da Société Générale, avente codice ISIN  DE000SN3YFL2 e Data di Valutazione Finale 14 dicembre 2023. Il certificato è quotato sul SeDeX di Borsa Italiana e fa parte di una serie di Recovery Top Bonus Certificate su azioni. I Recovery Top Bonus sono certificati che vengono emessi con un prezzo di Emissione inferiore a 100 euro e restituiscono, alla scadenza, un rimborso di 100 euro se il sottostante quota, alla data di valutazione finale, a un livello pari o superiore alla barriera. In caso contrario il certificato restituisce un importo commisurato alla performance del sottostante moltiplicato per l’importo di calcolo (pari, nel caso del certificato in analisi a 88,523 euro).

La barriera del certificato ISIN DE000SN3YFL2 su Generali Assicurazioni è posizionata a 10 euro, il 65% del valore di strike rilevato a 15,58 euro. Si noti come la rilevazione dello strike sia avvenuta a quotazioni che già avevano incamerato buona parte del ribasso dell’azione nel secondo trimestre 2022. Il certificato Recovery Top Bonus su Generali, con una durata di circa un anno e mezzo, non prevede eventi intermedi quali il pagamento di premi o la possibilità di scadere anticipatamente. Alla data di valutazione finale possono verificarsi due situazioni.

Se l’azione Generali quoterà alla pari o sopra i 10 euro della barriera, il certificato restituirà 100 euro lordi, con una performance dell’8,81% sul prezzo di emissione di 91,9 euro. Se invece la quotazione di Generali sarà inferiore alla barriera, l’investitore riceverà un importo commisurato alla performance finale del sottostante rispetto allo strike. Come abbiamo evidenziato nell’analisi tecnica, l’azione rimane a rischio di nuovi ribassi, in particolare se dovessero essere violati i minimi dell’anno a 14,54 euro.

Pertanto chi investe direttamente sull’azione rimane esposto al rischio di perdita di valore dell’investimento. Il Recovery Top Bonus invece rimanda alla scadenza finale il giudizio sull’esito dell’investimento e gode di una barriera collocata a livelli di quotazione molto bassi che Generali non raggiunge da sei anni. Il certificato, disponibile sul SeDeX di Borsa Italiana, mostra un prezzo di acquisto di 91,6 euro nel momento in cui viene redatta questa analisi (12 luglio 2022), sostanzialmente in linea con il prezzo di emissione.

Ciò significa che, acquistando sul mercato il prodotto a questo prezzo, a scadenza si otterranno 100 euro, con un rendimento potenziale del 9,17% se alla data di valutazione finale il prezzo di riferimento di Generali quoterà alla pari o sopra la barriera posta a 10 euro. In caso contrario, se il prezzo di riferimento di Generali fosse inferiore alla barriera, l’investitore riceverebbe un importo commisurato alla performance del sottostante, incorrendo in una perdita. Per esempio, se la quotazione di Generali fosse pari al 50% dello strike iniziale, il certificato restituirebbe un importo così calcolato: performance del sottostante x importo di calcolo (pari per il certificato in analisi a 88,523 euro) = 44,26 euro. 

 

 

 

DISCLAIMER

Il presente articolo è stato redatto dalla redazione di Investire.biz. Investire.biz ha stipulato un accordo con Societe Generale tale per cui, a fonte del pagamento di un corrispettivo, Investire.biz si impegna a selezionare, in modo del tutto autonomo e indipendente da Societe Generale, uno o più prodotti facenti parte della gamma di prodotti di Societe Generale negoziati su Borsa Italiana o EuroTLX, che siano legati al sottostante che è di volta in volta oggetto dell’analisi contenuta negli articoli predisposti da Investire.biz. Il presente articolo non costituisce sollecitazione, offerta, consulenza o raccomandazione all’investimento. Per qualsiasi informazione sui prodotti oggetto dell’articolo, il lettore deve leggere attentamente il KID e la documentazione d’offerta e può rivolgersi al proprio intermediario di riferimento. Societe Generale e Investire.biz non assumono alcuna responsabilità per l'eventuale utilizzo che il lettore potrà fare dei contenuti dell’articolo. L’ultima versione del Documento contenente le Informazioni Chiave (KID) e la documentazione d’offerta del prodotto descritto nel presente articolo potranno essere visualizzati e scaricati rispettivamente dal sito http://kid.sgmarkets.com e http://prodotti.societegenerale.it. Tali documenti sono altresì disponibili sul sito http://prodotti.societegenerale.it nonché gratuitamente, su
richiesta, presso gli uffici di Societe Generale, in via Olona, 2 a Milano.

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti