Gli USA verso il dominio del mercato delle criptovalute?

Ciao ragazzi,

Questo weekend leggevo alcuni articoli sul mondo delle cripto e ho trovato alcuni spunti interessanti per il futuro che vorrei condividere con tutti voi.

I flussi di capitali in entrata e uscita dal mercato delle criptovalute devono passare per il collo di bottiglia del cambio, ovvero se vuoi usufruire dei rendimenti ottenuti investendo nelle cripto, devi per forza cambiarli in euro, dollari o altre valute fiat. Questo discorso è valido anche per il contrario, se vuoi investire per la prima volta in criptovalute dovrai cambiare i tuoi euro o dollari in cripto.

La conclusione è che chi domina gli strumenti di cambio, controlla l'intero mercato. E quale paese vorrebbe prenderne l'intero controllo? Guarda caso gli Stati Uniti.

Gli Usa non possono controllare i flussi asiatici, con la guerra commerciale in corso sta diventando ancora più difficile. Può invece diventare il centro di smistamento dei paesi occidentali, in primis quelli europei.

Kraken e Coinbase non sono forse piattaforme americane? E se non sei cittadino americano non hai l'obbligo di usare queste piattaforme per cambiare il tuo denaro in cripto?

E parlando di carte di credito, da gennaio VISA ha chiuso tutti gli account europei, bloccando di fatto questa possibilità. E solo gli Europei godono di questo trattamento.

Senza dilungarmi troppo in merito, l'unica piattaforma europea che permette cambi in euro è TheRockTrading, le alternative sono solo americane. 

L'Europa possiede moltissime eccellenze nel campo delle cripto, mancano però i flussi istituzionali e un sistema lobbistico capace di far confluire le forze politiche ed economiche verso obiettivi condivisi, cosa che per gli Americani è una passeggiata.

Lo scopo di tutte queste considerazioni è farvi arrivare un semplice messaggio: se gli Stati Uniti riuscissero davvero a prendere il controllo dei flussi di capitale verso le cripto, allora per forza di cose si innescherà un nuovo mercato al rialzo con un afflusso di denaro fresco mai visto nella storia delle cripto. 

Siamo solo agli inizi. La presenza degli istituzionli potrà dare nuova vita a un mercato che vive una fase di quiete ma che sembra destinata a finire ben presto. 

---

Vuoi imparare a fare un trading profittevole sulle criptovalute con i volumi? Iscriviti QUI al corso "Trading profittevole sulle cripto" per accedere alle videoregistrazioni.

---

 

 

 

 

4 - Commenti

Rossano Montori - 26/03/2018 13:38 Rispondi

Giancarlo complimenti sempre per gli ottimi spunti! Fanno sempre riflettere!

Io faccio una cosiderazione: è vero che per usufruire dei reddimenti del tuo investimento in cripto devi cambiarli in valute fiat, ma esiste anche la possibilità (ancora purtroppo limitata) di comprare beni direttamente in cripto.

Io penso che se i vari enti di consumo, specialmente i servizi via web, decidessero in maniera definitiva di accettare direttamente pagamenti in criptovaluta non si porebbe così tanto il problema del dominio del cambio. Sbaglio?

Su una cosa siamo tutti sicuri, siamo solo all’inizio.

Giancarlo Prisco - 26/03/2018 14:05 Rispondi

Per adesso sembra esserci una guerra di potere, vedremo come va a finire. Seguiamo attentamente l'evoluzione del mercato, grazie per il commento Rossano!

Vince Everett - 26/03/2018 14:20 Rispondi

più che altro la domanda che tutti ora si pongono è dove si arresterà la caduta delle cripto? Ethereum è ormai a prezzi impensabili qualche mese fa, ripple sembra defunta definitivamente e bitcoin boh!! ....

Che idea di trading hai al momento sulle cripto Giancarlo?  

Giancarlo Prisco - 26/03/2018 14:25 Rispondi

Per adesso lo short è andato bene, aspetto alcuni livelli. Ne parlerò la prossima settimana in "in Linea con l'economista"