Bitcoin Cash, un grafico da manuale

La settimana scorsa avevamo chiuso l'articolo dedicato a Bitcoin con dei puntini di sospensione che lasciavano spazio alla possibile reazione della criptovaluta più famosa del mondo e che puntuale è arrivata a ridosso della media mobile a 20 giorni.

Un rally di oltre 700 $ capace di spingere Bitcoin direttamente tra le braccia delle resistenze di area 5800/6000 Usd, la vera e propria linea nella sabbia che separa la criptovaluta dal rilancio definitivo del bull market.

La notizia fonte WSJ che vedrebbe Facebook pronta ad investire 1 miliardo di Dollari nella propria criptovaluta ha acceso le polveri. A rafforzare la speculazione anche le indiscrezioni secondo cui Facebook avrebbe chiesto a Visa e MasterCard un supporto in questo investimento. Vedremo se il FB Coin verrà allo scoperto nelle prossime settimane, ma di certo il tema terrà ancora banco.

Il mercato ha subito certamente anche il fascino del "buy" emesso dallo strategist di Fundstrat, Robert Sluymer.
Sluymer è diventato celebre per aver previsto a metà novembre un tracollo di Bitcoin che in effetti poche settimane dopo arrivò fino a 3136 $. L'analista di Fundstrat, collega del più celebre e superbullish Tom Lee, segnalò l'opportunità di ingresso a dicembre quando Bitcoin andò a colpire la media mobile a 200 settimane.
Timing esemplare anche in quella occasione e, seppur senza avere la certezza che Bitcoin non possa ritornare a testare i supporti di 4300 $, Sluymer è sicuro che se arriverà nuova debolezza dovrà essere sfruttata per accumulare.

Questa settimana vogliamo però analizzare il cugino di Bitcoin, ovvero Bitcoin Cash.
Il grafico di Bitcoin Cash sta diventando un esempio da manuale dell'analisi tecnica.
Se sposiamo la teoria delle onde di Elliott, BCH sta completando la quarta onda di un movimento bullish cominciato a dicembre 2018 da 60 $. La seconda onda si è fermata a 105 (78.6% di onda 1) prima della poderosa onda 3 che si è fermata a 359 $.
A quel punto la tipica fase correttiva di onda 4 poco incisiva (50% di onda 3) ha arrestato la sua corsa sulla media mobile a 50 giorni di 220$. Anche in questo caso molto preciso il test del supporto che coincideva con il massimo di onda 1. E quando onda 4 non entra nel territorio di onda 1 allora dovremmo essere prossimi all’avvio della fase finale di questo impulso rialzista, ovvero onda 5.
Arriviamo così agli ultimi giorni con un rally che sta mettendo in crisi proprio lo scenario correttivo di breve periodo.

Il superamento di 305 prima e soprattutto 320 rilancerebbe con decisione il bull market con obiettivo 410 $, zona di prezzo dove troviamo i minimi di settembre ed ottobre 2018. Parola ai prezzi dunque.

Bitcoin Cash è la quarta valuta per capitalizzazione davanti a Litecoin e proprio a quest’ultima BCH ha strappato il primo posto nelle performance del mondo cryptocurrency degli ultimi tre mesi. Un movimento in tripla cifra che sfiora ormai il 150%, impensabile ad inizio anno.

---

Ti serve un conto per fare trading sulle cripto?

Prova www.kimuratrading.com

Impara ad usare la milgiore piattaforma di trading, guarda il corso gratuito QUI

---

 

0 - Commenti