Versace venduta a Michael Kors, un buon affare?

Versace è stata venduta al Michael Kors, società americana nota soprattutto per le borse, che già l'anno scorso acquisi' il marchio di scarpe Jimmy Cho per 1,2 miliardi di dollari.

Kors, per accaparrarsi il marchio, fondato da Gianni Versace, sembra che abbia sborsato una cifra di 2 miliardi di dollari (1,7 miliardi di euro), ovvero una valutazione di 2,7 volte il fatturato (generalmente, per valutare le aziende del comparto moda, viene utilizato un parametro di 2,8).

Ha fatto un affare?

La borsa ieri ha punito la scelta con un ribasso dell'8% circa, che ha portato i prezzi del titolo nell'area di 67 dollari per azione.

Io credo che, nel lungo periodo, la scelta sia corretta. Al giorno d'oggi, per prosperare in questo settore, servono economie di scala e propensione al rischio, cosa che un marchio famigliare non puo' avere facilmente.

Michael Kors è solida. Con un fattirato ed un utile in crescita, sono sicuro che riuscirà ad ottenere il masismo da un marchio che si caratterizza per la sua eccentricità (leggi tamarraggine), cosa che oggi funziona molto.

Dal punto di vista tecnico:

Attenderei l'arrivo dei prezzi in area 60 dolalri prima di comprare, livello dove troviamo un importante supporto.

Dal punto di vista fondamentale:

Un P/E di 15 mi sembra assolutamente in linea con il potenziale di crescita dell'azienda, che ha già dato prova in passato di saperci fare nel marketing.

---

Qualche info su MICHAEL KORS

---

2 - Commenti

Davide Bramerini - 26 settembre 08:26 Rispondi

Analisi spettacolari tra le poche che uniscono tecnica e fondamentale 

Luca Discacciati - 26 settembre 10:14 Rispondi

Grazie! Ho scritto anche un nuovo articolo su Michael Kors QUI