SNAM: Ripresa long o inversione?

Nel lungo termine, il titolo SNAM si trova in una fase di congestione iniziata successivamente alla forte candela ribassista del Novembre 2016 e sta oscillando intorno a 4,50, ossia a contatto con il  lato superiore. Tale livello è particolarmente importante in quanto i prezzi hanno insistito su di esso nel 2014, 2015 e nel 2017, come evidenziato nella figura 1. Su time frame mensile e se i corsi dovessero chiudere stabilmente con buoni volumi sopra di esso, si potrebbero aprire le porte fino ai massimi registrati ad Aprile 2016 in area 5,57.
In ottica short di lungo periodo è consigliabile monitorare il forte supporto che si è creato in area 3,41, in caso di rottura ci sarebbero ottime possibilità di arrivare a quota 2,40. 


Fig.1 - SNAM – Grafico mensile

A livello settimanale (Fig.2), quindi in una prospettiva di medio periodo, siamo all’interno di un trend positivo partito da Giugno 2018 e più in particolare, attualmente siamo in una fase di ritracciamento piuttosto delicata in quanto ci troviamo in prossimità del livello 4,50 evidenziato in precedenza.
Se il titolo darà segnali di ripresa con aumento dei volumi potrebbe essere un’ottima occasione per rientrare long tenendo sempre in considerazione che sul lungo termine siamo all’interno di un canale laterale.

Fig.2 - SNAM – Grafico settimanale

Nel breve periodo, evidenziato dal grafico con time frame giornaliero (fig.3), dopo un forte trend iniziato a Ottobre dello scorso anno, il titolo è entrato in una fase di congestione durata circa 3 settimane compresa nella fascia 4,52-4,64, quindi si è delineato un profondo pull back che si è momentaneamente arrestato formando un’altra area laterale tra 4,42 e 4,52.
Il 30 Aprile c’è stato un tentativo di rottura al rialzo scarsamente supportata dai volumi infatti durante la seduta successiva il titolo ha subito una brusca discesa.
Dal punto di vista operativo, se i prezzi dovessero riuscire a effettuare un breakout al rialzo di area 4,52 con volumi in aumento ci sarebbero ottime probabilità di raggiungere 4,64 dove è possibile liquidare parte della posizione e con la rimante attendere l’eventuale rottura di tale livello al di la del quale ci sarebbe solo la resistenza visualizzabile sul grafico mensile a 5,57.
Viceversa, l’eventuale violazione al ribasso del supporto in area 4,42, in prossimità del quale tra l’altro  transita la media mobile a 50 periodi molto importante sul time frame giornaliero, permetterebbe di adottare tre diverse strategie di ingresso:


1) Attendere la chiusura al di sotto del supporto ed effettuare l’ingresso all’apertura del giorno successivo con stop sul lato superione del canale. Questa strategia ha il difetto di avere uno stop elevato.
2) Dopo la chiusura oltre il supporto attendere che il titolo torni in zona 4,42 quindi andare short con stop appena sopra il livello per i più temerari mentre per i più prudenti sul lato superiore della congestione.
3) A rottura avvenuta attendere l’eventuale pull back sul supporto precedentemente violato ed effettuare l’ingresso se il titolo tocca il minimo della candela di breakout con stop sul massimo relativo precedente.
Personalmente preferisco quest’ultima ipotesi, in quanto è più prudente. La scelta è pero' puramente soggettiva, poichè dipende molto dalle caratteristiche personali del trader.

Fig.3 - SNAM – Grafico giornaliero

0 - Commenti