SALINI IMPREGILO appalto da 14 miliardi in Texas

Salini Impregilo si è aggiudicata una maxi commessa da circa 14 miliardi di dollari per la progettazione e la costruzione delle infrastrutture per ferrovie ad alta velocità in Texas.

Il Gruppo italiano e la sua controllata americana Lane Construction Company realizzeranno infatti la parte riguardante i lavori di ingegneria civile del nuovo servizio ad alta velocità tra Houston e Dallas lungo 386 chilometri.

Il progetto ha un valore complessivo di circa 20 miliardi.

Il piano e’ costituito da progettazione e costruzione del viadotto, l'installazione del sistema di binari e la costruzione di tutti gli edifici e servizi per la manutenzione e per lo stoccaggio del materiale ferroviario.

Si tratta di una commessa di entità rilevante, tra le maggiori nel settore delle costruzioni, soprattutto negli Stati Uniti.

L'accordo arriva dopo oltre un anno di trattative.

L'azienda italiana sta quindi puntando a portare l'alta velocità in Texas, come già fatto in altri Paesi, come l'Italia, dove ha costruito gran parte del sistema ferroviario ad alta velocità.

Gli Stati Uniti sono il principale singolo mercato di interesse per Salini: la presenza è già consolidata in grandi infrastrutture come autostrade, ponti e tunnel.

Contemporaneamente Salini Impregilo si sta preparando per il Progetto Italia, il polo nel settore delle costruzioni che vedrà coinvolti anche la Cassa depositi e prestiti, Intesa Sanpaolo, Unicredit e Banco Bpm.

Il piano di salvataggio di Astaldi rientra in questo progetto: se tutto andrà per il verso giusto, alla fine Salini acquisterà Astaldi.

Per realizzare questo progetto, il prossimo 4 ottobre Salini ha convocato l’assemblea degli azionisti per far approvare un aumento di capitale da massimo 600 milioni, che sarà destinato a investitori istituzionali e con esclusione del diritto di opzione.

Negli ultimi giorni Salini Impregilo è salito in borsa con una pendenza verticale raggiungendo i 2 euro, con volumi oltre il doppio della media a 30 giorni.

Il titolo ha così completamente recuperato le perdite subite in luglio, in cui ha raggiunto il minimo dei sei mesi precedenti a quota 1,50 euro.

Sul grafico giornaliero, la società specializzata nella realizzazione di grandi opere complesse, il 16 settembre ha chiuso al di sopra dei 2 euro con una quantità di scambi importante.

In questo momento ci troviamo in ipercomprato, rilevato dall’indicatore RSI, pertanto mi aspetto un ritracciamento, vista anche la recente salita verticale.

Riguardo l’operatività sul time frame daily possiamo fare le seguenti ipotesi:

Long :

Ingresso: attendere il pull back e poi entrare alla rottura di area 2,08 euro, oppure quando i prezzi ritornano sulla ex resistenza a 1,97 euro

Stop: nel primo caso sotto il minimo del ritracciamento, mentre nel secondo caso a 1,70 euro.

1° target: 2,23 euro 2° target: 2,36 euro


Short:
Ingresso: breakout 1,70 euro
Stop: 1.93 euro
1° target: 1,50 euro 2° target: 1,20 euro

---

!!! Promozione che scade il 30 settembre 2019 !!!

Se apri un conto con www.kimuratrading.com e lo finanzi con almeno 2000 euro, per te gratis l'ingresso nel gruppo Telegram TRADERS CLUB

Manda una mail a info@investire.biz per essere contattato, oppure comincia ad aprire il CONTO TRADING da QUI.

---

0 - Commenti