Kimura Trading

NVIDIA promossa da Morgan Stanley

  • Ricavi migliori delle attese dall’ultima trimestrale di NVIDIA;
  • L’utile per azione è risultato inferiore alle aspettative degli analisti, ma è in crescita rispetto al trimestre precedente;
  • Upgrade del rating da Equal Weight a Overweight da parte di Morgan Stanley, che prevede un 2020 in crescita.

Bilancio misto per NVIDIA dai risultati dell’ultimo trimestre che si sono rivelati migliori delle attese per quanto riguarda i ricavi, mentre gli utili sono stati inferiori alle stime degli osservatori.

Gli analisti di Wall Street avevano previsto entrate per 2,92 miliardi di dollari, mentre l’azienda, leader mondiale nello sviluppo e nella commercializzazione di processori grafici, ha fatto segnare 3,01 miliardi di dollari, quindi un 3% in più.

NVIDIA ha fatto registrare un utile per azione di 1,45 dollari mentre gli analisti di Wall Street si aspettavano 1,58 dollari, ma sono risultati ben al di sopra di quanto riportato nel trimestre precedente di 0,91 dollari.

Buona performance anche del margine di profitto lordo che è risultato il più elevato dell’ultimo anno e mezzo.

Morgan Stanley è fiduciosa sul futuro di NVIDIA, infatti ha aumentato il rating da Equal Weight a Overweight, basandosi sugli ottimi dati derivanti dai chip per i giochi e dal business dei data center.

La banca di investimenti statunitense ritiene che, dopo i buoni risultati di quest’anno, ci sia spazio per una crescita anche nel 2020, portando il proprio target da 217 a 259 dollari.

Negli ultimi tre mesi del 2018, la società con sede a Santa Clara, California, ha subito un tracollo in borsa che ha determinato una perdita di valore di oltre il 57%, raggiungendo un minimo di 124,51 dollari.

Si è poi formata una divergenza rialzista con l’indicatore RSI che ha portato ha un inversione di tendenza, innescando un trend long di breve periodo durato fino a metà aprile di quest’anno.

In seguito i prezzi sono scesi per tutto il mese di maggio, fino ad arrivare in una zona di ipervenduto, da quel momento è ripartito un trend rialzista molto più deciso che risulta ancora in atto.

Questa  sequenza di minimi e massimi crescenti ha portato NVIDIA a raggiungere il 26 novembre un massimo di 221,98 dollari, cioè una zona che non veniva toccata dai prezzi da almeno un anno.

Da quel momento è iniziato un fisiologico pull back, in cui si è formata però una candela con una chiusura nella parte alta e con una shadow profonda che è arrivata a contatto con la trendline ascendente.

Questa conformazione potrebbe far ripartire i prezzi verso l’alto, vediamo quindi come operare sul grafico giornaliero.

Long:

Ingresso: breakout area 221,98 dollari, che corrisponde anche a un importante massimo relativo fatto segnare un anno fa durante il forte trend al ribasso
Stop: sotto 200,36 dollari
1° Target: area 252 dollari 2° target: area 292 dollari

Short:

Ingresso: breakout area 200,36 dollari
Stop: zona 221,98 dollari
1° Target: area 189,60 dollari 2° target: 176,45 dollari

---

Impara a fare trading!

Visita la pagina dei nostri corsi, clicca QUI

---

0 - Commenti