Nothing: chi è la start-up degli smartphone che sfida Apple e Samsung | Investire.biz

Nothing: chi è la start-up degli smartphone che sfida Apple e Samsung

Nothin è pronta a competere con colossi del calibro di Apple e Samsung nel mercato degli smartphone. Vediamo come e chi è questa società

La start-up di elettronica Nothing lancia la sfida a Apple e Samsung nel mercato degli smartphone, dopo essersi assicurata un finanziamento di oltre 200 milioni di dollari per lanciare il suo nuovo prodotto chiamato Phone (1). A sostenere il progetto vi è la sezione venture capital di Alphabet, EQT Ventures e l'ex designer di Apple Tony Fadell. Tutti stanno puntando sulle capacità operative dell'Amministratore Delegato di Nothing, Carl Pei, ovvero che possa riuscire laddove altri hanno fallito. Ad esempio il co-fondatore di Android, Andy Rubin, aveva creato la start-up Essential, raccogliendo 330 milioni di dollari. La società aveva lanciato il proprio smartphone nel 2017 concentrandosi su design nuovi, ma nei primi 6 mesi aveva venduto meno di 100 mila pezzi. Così la società ha chiuso l'attività nel 2020.

In un'intervista alla carta stampata, Pei ha dichiarato che sono diverse le aziende che hanno provato a entrare nel settore degli smartphone, ma hanno fallito perché probabilmente hanno sottovalutato la complessità della cosa. Dopo diversi anni in cui la maggior parte dei design dei dispositivi sono simili a quello dell'iPhone di Apple, "le persone sono alla ricerca di qualcosa di nuovo."

Pei rincara la dose quando sostiene che molti produttori di Android si stanno semplicemente prendendo quote di mercato a vicenda, ma non si preoccupano a differenziarsi per prenderle da Apple. L'obiettivo di Nothing è proprio quello di "convertire più utenti iPhone."

 

Smartphone: un mercato difficile

Il mercato degli smartphone attualmente è appannaggio di 4 grandi player: Apple, Samsung, Xiaomi e BBK Electronics che comprende OnePlus, start-up fondata proprio da Pei. Questi soggetti occupano una quota di mercato del 75% a livello globale. Tale concentrazione ha reso l'accesso di nuovi attori molto più difficile, perché i produttori di componenti preferiscono lavorare con aziende rinomate piuttosto che con i nuovi arrivati, visto il fallimento di start-up precedenti.

Di conseguenza, riuscire ad approvvigionarsi a condizioni vantaggiose i materiali essenziali per la fabbricazione di smartphone diventa molto problematico se non si hanno importanti volumi di vendita. La stessa Nothing lo scorso anno ha ordinato circa 700 mila schermi per il Phone (1), ma è riuscita a incrementare l'ordine solo una volta raccolti più capitali nel mercato e creato fiducia tra i distributori con il lancio del primo prodotto, ossia gli auricolari wireless Ear (1), ad agosto 2021.

Questo è stato importante perché, con la vendita da allora di 530 mila unità, l'azienda ha dimostrato "non solo di poter progettare un prodotto interessante, ma anche di venderlo su larga scala", ha affermato Pei. Ciò è servito anche e soprattutto per ottenere maggiori capitali per costruire uno smartphone. Nothing in questo non intende fermarsi perché, sostiene Pei, "se andranno bene le vendite dello smartphone si procederà con altri obiettivi."

 

Nothing: chi è e cosa fa

Nothing è stata fondata il 29 ottobre 2020 da Carl Pei, ma l'annuncio è stato dato il 27 gennaio 2021. L'azienda ha da subito acquisito alcuni beni da Essential, dopo la chiusura dell'attività avvenuta l'anno prima. Il 27 luglio dello scorso anno Nothing ha annunciato il primo prodotto di vendita, il set di auricolari wireless Ear (1), lanciato come accennato nel mese di agosto al prezzo di 99 dollari.

La caratteristica degli auricolari è che possono essere collegati tramite Bluetooth e hanno fino a 34 ore di durata della batteria se utilizzati con la custodia di ricarica e fino a 5,7 ore di durata con ANC disattivato; mentre hanno 24 ore di durata della batteria con la custodia utilizzata e fino a 4 ore con ANC attivato. In questo momento l'azienda sta collaborando con O2 in Gran Bretagna, Deutsche Telekom in Germania e Flipkart in India per poter lanciare il Phone (1). Qualora l'operazione dovesse avere successo, l'obiettivo è quello di sbarcare negli Stati Uniti.

Nothing dispone di 330 dipendenti distribuiti a Shenzen, in Cina, per ciò che attiene alla fornitura di hardware, in Europa, India, Taiwan e California per quanto concerne il design e il marketing. Nel Regno Unito l'azienda detiene la proprietà intellettuale. Ad oggi Nothing ha raccolto 144 milioni di dollari di finanziamenti in azioni e una linea di credito revolving di 65 milioni di dollari dalle società partner.

 

.

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti