MERCK ottimi risultati dalle vendite

Il continuo aumento delle vendite del farmaco oncologico Keytruda, ha consacrato Merck come l’azienda numero uno del settore dell’immunoterapia e spinto il titolo verso i massimi storici.

Il colosso chimico-farmaceutico statunitense punta, inoltre, sui vaccini, come il Gardasil (per prevenire il cancro del collo dell’utero; +31% le vendite nel 1° trimestre) e sui farmaci per ospedali (come gli antibiotici).

Merck cerca di rafforzare la ricerca interna e di realizzare piccole/medie acquisizioni e alleanze, per avere delle alternative affidabili, quando tra qualche anno il Keytruda inevitabilmente non trainerà più le vendite.

Le buone notizie attuali si riflettono sull’andamento in borsa che è ininterrottamente positivo da almeno dieci anni.

Il trend al rialzo inziato nel 2009, ha avuto un’impennata verticale nel primo semestre dello scorso anno e il titolo ha fatto registrare recentemente il suo massimo storico a quota 87,07USD.

In questa decade Merck ha aumentato il suo valore di ben il 333% di cui il 30% dell’incremento è avvenuto solo nell’ultimo anno.

Sul grafico settimanale ci troviamo all’interno di un forte uptrend iniziato a Giugno 2018 con la rottura di area 61,7USD e da quel momento le quotazioni non hanno ancora terminato la loro corsa.

Dal punto di vista operativo valutare un ingresso long, su questo time frame, approfittando di un eventuale pull back sull’ex resistenza diventata ora supporto, posta in area 83,85USD.

Inserire lo stop a seconda del pattern che si dovesse sviluppare, mentre non porre limiti al guadagno in quanto stiamo veleggiando sui massimi storici.

Prendere in considerazione l’opzione short solo alla rottura al ribasso dell’importante supporto in zona 72USD con stop a 83,85USD e primo target in zona 66USD, ricordandoci di essere prudenti al ribasso in quanto ci troviamo all’interno di un trend positivo di lungo periodo.

Oggi Merck ha aperto in gap down che è stato prontamente richiuso, poi i prezzi hanno ripreso la loro discesa intraday.

Questo movimento dovrebbe configurarsi come un normale ritracciamento all’interno di un forte rally nel breve periodo.

Se reggerà il supporto posto in area 83USD, sul grafico giornaliero, ci saranno buone probabilità di una ripresa della tendenza al rialzo, con il tentativo di aggiornamento del massimo storico.

Effettuare un acquisto alla rottura di area 87USD  oppure entrare sul ritracciamento, in quest’ultimo caso si avrebbe un’operazione con un rischio più basso ma si avrebbe anche la possibilità di essere spazzati fuori da un improvviso aumento della volatilità.

Per entrambi le modalità si consiglia di inserire lo stop qualche tick al di sotto di 83USD.

Se si decide di entrare long al breakout seguire la posizione in trailing profit, mentre per l’ingresso sul pull back il primo target sarebbe posto a 87USD e poi non ci sarebbero limiti davanti ai prezzi.

Entrare al ribasso solo alla rottura di 82 USD con un pattern di inversione.

0 - Commenti