MEDIASET: nuova linfa al titolo dalla fusione

Dopo avere annunciato la fusione tra Mediaset e Mediaset España in una nuova società che si chiamerà MediaforEurope (MFE), il titolo ha iniziato a guadagnare terreno in borsa.

MFE avrà sede legale in Olanda e sede fiscale in Italia  e sarà quotata sia a Milano che a Madrid.

Ogni azionista Mediaset riceverà un’azione MFE per ogni titolo posseduto. Ogni azionista Mediaset España riceverà, invece, 2,33 azioni MFE per ogni titolo posseduto.

Da questa fusione Mediaset si aspetta di generare risparmi di costi di circa 100-110 milioni di euro nei prossimi 4 anni, mentre prevede che i dividendi pagati siano almeno il 50% degli utili futuri.

Osservando l’andamento in borsa, negli ultimi anni sembra si sia arrestata la tremenda discesa durata 7 anni fino al 2012 che ha causato una perdita addirittura del 90% del valore, determinando un minimo a quota 1,14.

Dopo un trend positivo caratterizzato da minimi e massimi crescenti durato fino a Luglio 2015, si è formata un’ampia fase di trading range, tra 4,92€ e 2,2€, in cui prezzi si trovano attualmente.

In particolare, nel 2019 il titolo non ha ancora preso una direzione precisa come si nota dal grafico settimanale.
I prezzi stanno rimbalzando tra 3€ e 2,43€ nel weekly.

Quest’ultimo livello è piuttosto importante in quanto da questo  supporto sono partiti due rilevanti trend positivi nell’Ottobre 2014 e nel Novembre 2016, come evidenziato dalle ellissi sul grafico settimanale.

Da un punto di vista operativo è possibile implementare una strategia in congestione, vendendo sul lato superiore del canale e ricomprando sul lato inferiore. Naturalmente è valido il viceversa per il long.

Per aumentare le possibilità di riuscita si possono effettuare solo le operazioni in cui l’RSI di breve periodo si trova nelle condizioni estreme di mercato, anche se ciò non garantisce un’inversione di tendenza.

Personalmente prediligo attendere il breakout di area 3€, che tra l’altro, essendo una cifra tonda, assume anche maggiore rilevanza.

In questo caso il primo obiettivo sarebbe il massimo di Aprile 2018 in zona 3,42€ fino ad arrivare a 4,46€, gestendo opportunamente il proprio capitale durante il percorso.

Inserire lo stop sotto il minimo relativo a 2,53€, o per i più prudenti appena sotto la base a 2,42€.

Sul time frame giornaliero si evidenzia molto bene il trading range in cui è ingabbiata Mediaset, però si nota anche una spinta piuttosto decisa verso l’alto, evidenziata dal gap di notevoli dimensioni che si è verificato il 10 Giugno e che non è ancora stato richiuso.

In questo momento i corsi si stanno avvicinando ai 3€ e ci sono buonissime probabilità che questo livello venga superato.

Immettere lo stop a 2,79€, cioè in prossimità dell’apertura in gap, mentre il target si trova a quota 3,42€.

In caso Mediaset prendesse una direzione negativa, il livello da monitorare sarebbe 2,53€ con target a 2,42€ e successivamente 2,21€.

Nell’eventualità short uscire dalla posizione a 3€.

0 - Commenti