LYFT Ottima semestrale, upgrade a "buy"

HSBC Bank ha aggiornato la sua valutazione sul servizio di condivisione viaggi, Lyft Inc.

La banca ha spostato  il rating da "hold" a "buy", affermando di ritenere che la società abbia il potenziale per raggiungere una quotazione superiore di almeno il 30% rispetto al valore attuale.

HSBC ha anche leggermente abbassato il suo obiettivo di prezzo, portandolo da 67 a 62 dollari.
La banca ritiene che i timori normativi siano già stati scontati dal titolo.

Ricordiamo infatti che L'assemblea statale della California ha approvato un disegno di legge che riclassificherà i conducenti di aziende, come Uber e Lyft, come dipendenti, ciò comporterà un aumento significativo dei costi.

Il disegno di legge non è ancora definitivo in quanto necessita ancora dell’approvazione del senato dello stato, tuttavia, dato il clima politico, ci sono buone probabilità che passi.

Indipendentemente dal risultato, comunque i costi per il conducente aumenteranno.

L'aggiornamento del rating arriva sulla scia di un forte rapporto sugli utili trimestrali per che la società ha pubblicato il mese scorso.

Lyft ha riportato utili pari a 68 centesimi per azione rispetto alle aspettative degli analisti di Wall Street di una perdita di 1,74 dollari per azione.

Inoltre, la società ha registrato un aumento delle entrate di 867 milioni di dollari contro 809 milioni di dollari previsti dagli analisti di Wall Street.

Lyft ha anche aumentato la previsione delle entrate per l'anno in corso portandola a 3,47 e 3,5 miliardi di dollari, in aumento rispetto alla stima precedente compresa tra 3,275 e 3,3 miliardi di dollari. 

La società che ha inventato il ride-sharing concorrente di Uber, ha fatto il suo ingresso in borsa lo scorso aprile.

Gli investitori istituzionali di solito attendono il rilascio di più relazioni trimestrali prima di investire in nuove attività.

Ciò avviene in quanto le società appena quotate devono dimostrare agli investitori e al pubblico che sono in grado di fare aumentare i propri ricavi, e diventare redditizie per un periodo sufficiente di tempo.

Solo allora le mani forti mostreranno il loro interesse reale sul titolo.

Il primo giorno di negoziazione Lyft ha aperto a 87,24 dollari, poi è leggermente salita fino a 88,60 dollari, quindi sono iniziate le vendite.

La discesa è durata fino a raggiungere un minimo di 46,84 dollari fatto registrare a metà maggio, poi si è verificato un recupero fino al secondo rilascio degli utili che ha determinato un’ulteriore discesa fino ai minimi di sempre a 43,43 dollari.

Nel lungo periodo è da tenere sotto controllo il massimo di 88,60 dollari fatto segnare il giorno dell’ipo.
Infatti quando una matricola ritorna sui livelli iniziali, dopo avere perso valore costantemente, è molto probabile che esploda al rialzo.

Vediamo come operare sul giornaliero.

Long :
Ingresso: breakout area 49,14 dollari
Stop: 43,43 dollari

1° target: 50,37 dollari 2° target: 54,45 dollari

Short:
Ingresso: breakout 43,43 dollari
Stop: 49,14 dollari
1° target: trailing profit in quanto siamo sui minimi di sempre

---

!!! Promozione che scade il 30 settembre 2019 !!!

Se apri un conto con www.kimuratrading.com e lo finanzi con almeno 2000 euro, per te gratis l'ingresso nel gruppo Telegram TRADERS CLUB

Manda una mail a info@investire.biz per essere contattato, oppure comincia ad aprire il CONTO TRADING da QUI.

---

0 - Commenti