IREN si aggiudica un "buy" su vendita rigassificatore

Iren si aggiudica il “buy” da Banca Imi con fair value di 3,40 euro, in scia alla negoziazione con Snam per la vendita di una quota del 49% del rigassificatore di Livorno.

La multiutility con sede a Reggio Emilia sta infatti perfezionando in questi giorni la vendita a Snam della propria quota di Olt Offshore Lng Toscana, il rigassificatore con una capacità di 3,75 miliardi di metri cubi annui al largo della costa tra Livorno e Pisa.

L' infrastruttura galleggiante è considerata strategica per il Paese ai fini dell' approvvigionamento e della sicurezza energetica.

Per la multiutility guidata da Massimiliano Bianco la quota in Olt non è strategica, nonostante il rigassificatore abbia un bilancio positivo.

Da qui un’apertura alla vendita che ha portato, nelle ultime settimane, a intensificare i contatti con il gruppo guidato da Marco Alverà, a sua volta interessato a rafforzarsi sul mercato del gas.

L' approssimarsi della scadenza avrebbe quindi impresso un' accelerazione al negoziato, ma il condizionale è d' obbligo.

I prossimi giorni saranno decisivi per raggiungere l’accordo definitivo, non soltanto dal punto di vista economico: al momento nessun accordo è stato raggiunto né tantomeno sottoposto ai cda, ma da fonti vicine alla trattativa filtra comunque un cauto ottimismo.

Dal punto di vista strategico, uscire da Olt per Iren significherebbe alleggerire il debito per potersi concentrare su altri progetti.

Per Snam, invece, l’operazione consoliderebbe la sua leadership dal momento che possiede già una quota del 7,3% in Adriatic Lng, il primo impianto offshore al largo della costa adriatica (Rovigo), ed è proprietaria del rigassificatore di Panigaglia (La Spezia), oltre a presidiare già l' Europa del Sud.

Iren è anche attiva al di fuori del suo abituale business, infatti in questi giorni ha siglato un accordo con il gruppo assicurativo ConTe.it.

L’intesa prevede reciproci vantaggi per i clienti delle due societa', al fine di offrire delle agevolazioni concrete su due voci di spesa che pesano sul bilancio di quasi ogni famiglia italiana.

Si stima infatti che le spese medie in luce, gas e polizza assicurativa rappresentano circa l'8% del reddito medio annuo delle famiglie; in particolare, infatti, tra bollette dell'energia elettrica e del gas nell'ultimo anno gli italiani hanno pagato in media quasi 1.600 euro (fonte Codacons).

In borsa, il titolo Iren si trova in un solido trend al rialzo nel breve-medio periodo.

Negli ultimi giorni le quotazioni hanno subito un ritracciamento che sembra essersi fermato in area 2,40 euro, da cui ci sono ottime probabilità che riprenda a risalire.

Vediamo quali possono essere le strategie operative sul time frame giornaliero.

Long:
Ingresso: breakout 2,52 euro
Stop: 2,37 euro

1° target: 2,56 euro, 2° target: 2,66 euro

Short giornaliero:
Ingresso: breakout 2,37 euro
Stop: 2,52 euro

1° target: 2,30 euro 2° target: 2,24 euro

0 - Commenti