INTEL acquisto azioni proprie e ottima trimestrale

  • Trimestrale Intel all'insegna dell'aumento di ricavi e utili;
  • Record di acquisto di azioni proprie nel trimestre;
  • Intel è protagonista nello sviluppo del 5G;
  • In borsa Intel sta recuperando quanto perso negli scorsi mesi.

Intel sta inviando segnali molto positivi ai mercati sia tramite gli ottimi dati del terzo trimestre risultati tutti superiori alle previsioni, che attraverso le sue operazioni societarie.

Inoltre, ricordiamoci, come approfondito nel precedente articolo sul tema, che Intel è in prima linea nello sviluppo della tecnologia 5G e quindi potrebbe trarne enormi benefici nell’immediato futuro.

Nel terzo trimestre il colosso tecnologico statunitense ha comprato un quantitativo record di azioni proprie, e ha annunciato di avere già stanziato 20 miliardi di dollari per acquistarne altre in futuro.

Operazioni di questo tipo e di questa entità determinano sicuramente un’iniezione di fiducia e ottimismo nei mercati.

Queste operazioni sono anche il frutto dei risultati del terzo trimestre ben superiori alle attese, che hanno generato una grande liquidità.

Intel ha registrato ricavi per 19,9 miliardi di dollari, raggiungendo  così un consistente aumento rispetto alle attese degli analisti di New York che ammontavano a 18,05 miliardi di dollari.

L’azienda con sede a Santa Clara, in California, ha riportato un utile per azione di 1,42 dollari, dato superiore alle aspettative di Wall Street che erano di 1,24 dollari per azione.

Vediamo di seguito in dettaglio i ricavi, derivanti dalla trimestrale, per segmento di business:

  • Segmento processori necessari per desktop, portatili e dispositivi due in uno. E’ il comparto più importante di Intel e ha riportato ricavi per 9,71 miliardi di dollari battendo le aspettative di Wall Street di 9,59 miliardi di dollari;
  • Segmento chip per server. Si tratta del secondo segmento più importante dell’azienda. Anche in questo caso i ricavi sono risultati superiori alle attese degli osservatori di Wall Street attestandosi a 6,38 miliardi di dollari contro i 5,62 miliardi di dollari delle previsioni.
  • Segmento sistemi informatici per l’industria e congegni embedded. La società californiana ha riportato ricavi per 1,23 miliardi di dollari mentre le stime si erano fermate a 1,12 miliardi di dollari.

La multinazionale americana ha anche definito l’aggiornamento della guidance per l’intero anno.

Intel si aspetta di raggiungere un utile per azione di 4,60 dollari, mentre gli analisti di Wall Street  ritengono che 4,39 dollari per azione sia un obiettivo plausibile.

Per quanto riguarda i ricavi per l’intero anno, la società ha incrementato il target portandolo a 71 miliardi di dollari contro i 69,43 degli osservatori finanziari.

I buoni risultati di Intel si stanno riflettendo anche in borsa.

Sul time frame giornaliero, il titolo ha quasi del tutto recuperato quanto perso nella rovinosa discesa avvenuta in un solo mese da metà aprile a metà maggio.

In questo breve lasso di tempo le quotazioni sono passate da un massimo di 59,58 dollari a un minimo di 42,86 dollari.

Vediamo ora come cercare di cavalcare il trend positivo in atto, considerando anche però l’opzione short.

Long:
Ingresso: attendere un consolidamento sopra i 57,23 dollari che corrisponde alla resistenza del trading range con bassa volatilità, che si è sviluppato dopo le due candele di grande espansione e con elevati volumi del 24 e 25 ottobre.
Stop: 55,60 dollari
1° Target: 59,58 dollari 2° target: trailing profit.

Short:
Ingresso: breakout area 55,60 dollari
Stop: massimo relativo precedente
1° Target: area 50,61 dollari 2° target: 48,53 dollari.

---

Impara ad individuare il TREND su un GRAFICO

Guarda il VIDEO QUI

---

0 - Commenti