Impossible Foods: Stop a trattativa con McDonald's. Vola Beyond

Impossible Foods ha comunicato di aver interrotto le trattative per la fornitura di burger di finta carne al colosso della ristorazione McDonald's, in quanto i volumi richiesti sarebbero troppo alti e la società non sarebbe in grado di fornirli.

A beneficiarne è stato il titolo Beyond Meat (BYND), che nella giornata di ieri ha chiusi con una performance del 12.5%, tornando al di sopra degli 80 dollari per azione. 

La giornata era già segnata dal segno piu', visto l'entusiamo nel settore dovuto alla presentazione di un nuovo prodotto da parte della Impossible Foods al CES di Las Vegas, la manifestazione di tecnologia ed innovazione piu' grande al mondo.

"Sarebbe stupido per noi entrare in affari con cosi' grossi clienti oggi, prima dobbiamo aumentare la produzione" ha dichiarato il CEO Pat Brown, lasciando aperta la corsa per accapararsi la collaborazione con la catena di fast food piu' grande al mondo, la quale non ha ancora una vera e propria offerta "plant based". McDonald's, infatti, al momento ha effettuato un test di 12 settimane solamente in Canada, utilizzando delle polpette fornite da Beyond Meat. Solamente in Germania è disponibile il BIG Vegan, l'equivalente plant based del Big Mc.

Dal punto di vista tecnico, il titolo Beyond Meat è tornato sui massimi del 28.11.2019, facendo tornare l'ottimismo negli investitori. Il titolo, infatti, dopo i massimi di quasi 240 dollari per azione, ha perso terreno arrivando a segnare un minimo di 71 dollari, a cavallo tra il vecchio ed il nuovo anno.

L'indicatore RSI aveva già da giorni segnalato un risveglio nelle quotationi che si è poi effettivamente verificato.

Non bisogna pero' farsi prendere dall'euforia. Il titolo è ancora interessato da un trend ribassita e da questi livelli il titolo potrebbe tranquillamente tornare a scendere.

 

0 - Commenti