HP buona trimestrale in attesa della trattativa con Xerox

  • Utili per azione e ricavi migliori delle aspettative di Wall Street per HP nell’ultimo trimestre;
  • Stime in linea con gli analisti per gli utili nel prossimo trimestre e ricavi superiori alle attese per l’intero anno fiscale 2019;
  • HP si riporta in borsa stabilmente sopra la media mobile a 200 giorni.

Dopo avere momentaneamente rifiutato l’offerta di acquisto da parte di Xerox, HP ha lasciato comunque la porta aperta, facendo intendere che se dovesse arrivare un’offerta migliore potrebbe essere presa in considerazione.

Nel frattempo HP ha rilasciato dei buoni risultati dall’ultima trimestrale e in borsa, come era stato evidenziato nell’ultimo articolo, il titolo sembra essersi riportato stabilmente oltre la media mobile a 200 giorni, quindi ci sono buone prospettive per un rialzo delle quotazioni.

Il colosso tecnologico statunitense ha riportato ricavi per 15,41 miliardi di dollari, superiori alle stime degli analisti finanziari fermi a 15,25 miliardi di dollari.

Anche l’utile per azione è andato meglio delle aspettative, infatti è risultato di 0,60 dollari contro 0,58 dollari stimati dagli osservatori di Wall Street.

La multinazionale americana ha anche annunciato le proprie previsioni per il prossimo trimestre e per la chiusura dell’anno.

Per il prossimo trimestre i vertici aziendali stimano un utile per azione compreso tra 0,53 e 0,56 dollari, in linea con le aspettative degli analisti.

Per quanto riguarda l’intero anno si prevede un utile per azione nel range tra 2,24 e 2,32 dollari, superiore così alle stime degli osservatori di Wall Street di 2,23 dollari.

Entrando nel merito delle vendite, nel corso del trimestre il risultato migliore è stato fatto segnare dal segmento dei Personal Systems, con un fatturato di 10,41 miliardi di dollari contro i 10,27 miliardi di dollari stimati da Wall Street.

Il fatturato del comparto printing è stato inferiore a quanto previsto dagli analisti, 4,98 contro 5,03 miliardi di dollari.

Come è stato evidenziato all’inizio, in borsa HP sembra dare cenni di ripresa in quanto, dal punto di vista tecnico, si è riportato al di sopra della media mobile a 200 giorni e ha anche oltrepassato la trendline discendente, partita dal massimo raggiunto a inizio ottobre 2018 in area 27 dollari.

In questi giorni la media mobile a 200 giorni sta fungendo molto bene da supporto e sembra rappresentare una buona base per un’inversione del trend.

Naturalmente nel medio-lungo periodo è necessario tenere monitorate le notizie riguardanti il tentativo di acquisizione da parte di Xerox; l’andamento del titolo dipenderà dalla reazione dei mercati alle eventuali condizioni concordate in caso la trattativa andasse a buon fine.

Analizziamo quali sono i punti interessanti per intervenire sull’azione sia in ottica rialzista che ribassista.

Long:

Ingresso: innanzitutto verificare che i prezzi si consolidino al di sopra della media mobile a 200 giorni, quindi predisporsi per un’entrata al rialzo al breakout di 21,67 dollari
Stop: alcuni tick al di sotto di 19,42 dollari
1° Target: area 24 dollari 2° target: 25,72 dollari

Short:

Ingresso: breakout area 18,96 dollari
Stop: 21,67 dollari
1° Target: chiusura gap del 6 novembre in area 18,48 dollari 2° target:15,93 dollari.

---

Impara a fare trading, visita la sezione CORSI del nostro sito, clicca QUI

---

0 - Commenti