GENERAL MOTORS nuova produzione di batterie elettriche

  • General Motors stringe un accordo strategico con LG Chem per la produzione di batterie destinate alle auto elettriche;
  • Verrà costruito un impianto in Ohio, Stati Uniti, con 1100 dipendenti e un investimento di 2,3 miliardi di dollari;
  • Le case automobilistiche puntano a produrre in proprio le batterie per ridurre i costi.

Il mercato delle batterie elettriche per auto è in continua espansione e le case automobilistiche puntano a produrle in proprio, per abbattere i costi che poi si riversano sul prezzo dei veicoli.

Per raggiungere l’indipendenza produttiva General Motors ha stipulato un accordo con la coreana LG Chem per la creazione di un impianto in Ohio, Stati Uniti, in cui verranno realizzati i componenti al litio necessari per le batterie elettriche.

Le due società investiranno 2,3 miliardi di dollari con 1100 dipendenti e garantiranno una produzione all’altezza degli altri competitors del settore.

Una parte degli investimenti sarà dedicata alla ricerca per migliorare tecnologicamente le batterie e per ridurre i costi, che pesano molto sul prezzo finale di un’auto elettrica.

LG Chem è ai vertici del mercato globale delle batterie, in cui è protagonista anche nella produzione per l’elettronica di largo consumo.

Sulla base di questo importante accordo si prevede che LG Chem possa diventare, nel 2025, il maggiore produttore al mondo di batterie per auto elettriche.

Oltre a General Motors, LG Chem annovera, tra gli altri, clienti del calibro di Volkswagen, Ford e Tesla, sta costruendo altri nuovi impianti nel mondo e sta ampliando quelli già attivi.

Il colosso automobilistico con sede a Detroit ha quindi stabilito una partnership strategica con uno dei più importanti produttori di batterie per auto elettriche del mondo.

Tra giugno e ottobre dello scorso anno, il titolo al NYSE ha perso molto terreno passando da un massimo di 44,95 dollari a un minimo di 30,56 dollari.

In seguito le quotazioni sono risalite ma con forti oscillazioni che hanno poi determinato una conformazione laterale, in cui però è possibile operare prevedendo dei target piuttosto stretti fino a che i prezzi non si siano stabilmente riportati sopra area 41,90 dollari.

Quindi in questo momento, General Motors si trova ancora in un’ampia fase laterale, compresa tra area 33 dollari e area 41,90 dollari, in cui i prezzi continuano a oscillare a cavallo della media mobile a 200 giorni che non prende un’inclinazione ben precisa; ciò significa che non è ancora stata determinata una vera e propria direzionalità.

Ma valutiamo di seguito, sul grafico giornaliero, come possiamo effettuare dei trade in questa condizione di mercato.

Long:

Ingresso: breakout area 36,36 dollari
Stop: sotto area 34,59 dollari
1° Target: raggiungimento della media mobile a 200 giorni che in questo momento sta transitando in zona 37,61 dollari 2° target: area 38,80 dollari

Short:

Ingresso: breakout area 34,59 dollari
Stop: appena sopra area 36,36 dollari
1° Target: area 33,71 dollari 2° target: 33,08 dollari

---

Guarda l'estratto del corso sugli oscillatori e gli indicatori dell'analisi tecnica, clicca QUI

---

0 - Commenti