Fallisce Sears, prima catena di grandi magazzini in Usa

Fondata nel 1892 a Chicago, Sears è stata la prima catena di grande distribuzione in America, ha dichiarato fallimento.

Da Sears si potevano trovare dall'arredamento al vestiario ed è simpato ricordare come, a fine ottocento, si poteva trovare anche l'oppio e la cocaina, che al tempo erano legali.

Una azienda precursore dei tempi che solamente nel 1989 venne superata da Walmart in termini di vendite, che non si è saputa pero' innovare, in particolare con l'avvento di internet.

Ovviamente gran parte della colpa è attribuita ad Amazon, la piattaforma di e-commerce che sta letteralemente inglobando tutti i settori del commercio, grazie alla visione di lungo termine di Jeff Bezos (leggi l'articolo "Quanto guadagna Jeff Bezos"), il suo fondatore, l'uomo piu' ricco nella storia del pianeta terra.

E pensare che, all'inizio della sua attività, Sears vendeva per corrispondenza...esattamente quello che fa Amazon oggi.

Il titolo Amazon, proprio in questi giorni, sta soffrendo in borsa, tanto da avere perso fino al 17% dai massimi (guarda grafico allegato). Il livello di 2000 dollari per azione ha svolto un importante compito di resistenza psicologica, che ha portato molti investitori a liquidare le proprie posizioni.

Non è escluso che il titolo possa scendere ancora, visto che i prezzi hanno rotto al ribasso una importante trend line, che sorreggeva il trend già da fine 2017. Nel lungo termine, ad ogni modo, credo che vedremo massimi ben piu alti.

1 - Commento

Mario Aprea - 16 ottobre 10:42 Rispondi

La "colpa" non è di amazon ma di Sears e molti altri, che non hanno saputo innovarsi. L'e-commerce potevano farlo loro. Stessa cosa sta siccedendo a Boots, azienda di cui Luca ci parlo' in questo articolo. Crollo' a "causa" di Amazon, non appena quest'ultima comunico di volere entrare nel settore della distribuzione dei farmaci... potevano organizzarsi e farselo loro l'e-commerce! :-)