ESMA, le nuove regole sono legge

Con il comunicato di oggi, 27.03.2018, L'ESMA si impegna a vietare le opzioni binarie e a limitare i CFD.

L'Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA) ha concordato misure in merito la fornitura di contratti per differenze (CFD) e opzioni binarie, agli investitori al dettaglio in tutta l'Unione Europea (UE).

Le misure concordate includono:

1. Opzioni binarie: divieto di commercializzazione, distribuzione o vendita agli investitori al dettaglio; 

2. Contratti per differenze (CFD) : una restrizione sulla commercializzazione, distribuzione o vendita di CFD agli investitori al dettaglio. Questa limitazione consiste in:

a) Leva limitata nel momento dell'apertura delle posizioni, in particolare

     30:1 sui cambi Forex Major,

     20:1 su oro, indici principali e cross valutari non major

     10:1 su commodities (no oro) e sugli indici borsistici non principali

       5:1 su Azioni

       2:1 su Criptovalute

b) Chiusura graduale delle posizioni del cliente una volta che le perdite raggiungono il 50% del margine impegnato. Questa misura nasce dalla volontà del legislatore di proteggere il cliente, in primis dall'eventualità di un conto in negativo ed in generale per tutelare il cliente da perdite di capitale troppo repentine.

c) Protezione del saldo negativo per singolo cliente al dettaglio.

d) Restrizione degli incentivi offerti per negoziare CFD, in particolare Bonus e cashback. Limitazioni verranno applicate anche al marketing ad alla cosiddetta pubblicità ingannevole. Dovrà essere spiegato al potenziale cliente l'elevato livello di rischio di questi prodotti.

e) Risk Warning: I Broker per ogni comunicazione al cliente o potenziale cliente sono obbligati a inserire un appropriato avviso di rischio. Ogni Broker CFD dovrà indicare la percentuale di clienti perdenti negli ultimi 12 mesi.

L'esma, in accordo con le varie autorità europee (National Competente Authorities NCAs) ha dichiarato che i motivi di preoccupazione, che hanno portato a queste decisioni, sono dovute alla notevole complessità di questi strumenti e alla mancanza di trasparenza. In particolare, per i CFD, il problema è l'eccessiva leva finanziaria, mentre per le opzioni binarie è uno strutturale rendimento atteso negavito, oltre che un conflitto di interesse tra il fornitore (broker) ed il cliente. Sono stati anche riscontrati ei problemi relativi al marketing di tali prodotti.

Secondo le analisi delle autorità dei singoli paesi europei, una percentuale compres atra il 74% e l'89% dei conti retail (piccoli investitori) perde una cifra media compresa tra 1600 euro e 29000 euro.

Queste misure, approvate dal consiglio delle autorità di vigilanza dell'ESMA il 23 marzo 2018, l'obiettivo è proteggere i clienti retail ed i piccoli risparmiatori

Steven Maijoor, presidente dell'ESMA, ha dichiarato:

Le misure conconrdate garantiranno una maggiore protezione degli investitori, garantendo un minimo livello di protezione  per gli investitori reatil. Le nuove misure sui CFD garantiranno, per la prima volta, che un investitore non possa perdere piu' soldi rispetto a quelli investiti, limiteranno l'uso della leva e forniranno avvisi di rischio per gli investitori.

La combinazione di promesse di alti ritorni e di piattaforme elettroniche facili da usare, in uno scenario di tassi di interesse bassi, hanno creato le condizioni affinchè questi tipi di prodotti proliferassero, anche se questo ha causato perdite significative negli investitori.

---

E' disponibile il nuovo articolo "Trading con le nuove regole ESMA"

58 - Commenti

Marco Valiserra

Marco Valiserra - 27/03/2018 11:54 Rispondi

Marco Salerno

Marco Salerno - 27/03/2018 12:00 Rispondi

Marco Valiserra

Marco Valiserra - 27/03/2018 12:09 Rispondi

Enrico Lanati

Enrico Lanati - 27/03/2018 12:12 Rispondi

Marco Salerno

Marco Salerno - 27/03/2018 12:20 Rispondi

Marco Salerno

Marco Salerno - 27/03/2018 12:07 Rispondi

Luca Discacciati

Luca Discacciati - 27/03/2018 12:13 Rispondi

Marco Cerri

Marco Cerri - 27/03/2018 12:39 Rispondi

Matteo Montu'

Matteo Montu' - 27/03/2018 13:54 Rispondi

Matteo Montu'

Matteo Montu' - 27/03/2018 17:17 Rispondi

LEONARDO LAMPARELLI

LEONARDO LAMPARELLI - 14 settembre 00:06 Rispondi

Marco Salerno

Marco Salerno - 17 settembre 19:22 Rispondi

Vincenzo D'ANDREA

Vincenzo D'ANDREA - 27/03/2018 12:15 Rispondi

Matteo Montu'

Matteo Montu' - 27/03/2018 14:04 Rispondi

simone cippi

simone cippi - 27/03/2018 14:04 Rispondi

Mirko Borgna

Mirko Borgna - 27/03/2018 14:19 Rispondi

simone cippi

simone cippi - 27/03/2018 14:50 Rispondi

Luca Discacciati

Luca Discacciati - 27/03/2018 15:07 Rispondi

Marco Salerno

Marco Salerno - 27/03/2018 15:23 Rispondi

giorgio patrizi

giorgio patrizi - 29/03/2018 19:28 Rispondi

Vanessa Prasciolu

Vanessa Prasciolu - 30/03/2018 11:12 Rispondi

Marco Salerno

Marco Salerno - 06/04/2018 15:00 Rispondi

Marco Di Vita

Marco Di Vita - 27/03/2018 12:21 Rispondi

Marco Salerno

Marco Salerno - 27/03/2018 12:23 Rispondi

Cristiano Chierico

Cristiano Chierico - 27/03/2018 12:55 Rispondi

Matteo Montu'

Matteo Montu' - 27/03/2018 13:57 Rispondi

mirko mancini

mirko mancini - 27/03/2018 15:59 Rispondi

Matteo Montu'

Matteo Montu' - 27/03/2018 17:08 Rispondi

Giancarlo Prisco

Giancarlo Prisco - 27/03/2018 12:29 Rispondi

THOMAS MARTINI

THOMAS MARTINI - 27/03/2018 12:29 Rispondi

Rossano Montori

Rossano Montori - 27/03/2018 12:54 Rispondi

Domenico Marra

Domenico Marra - 27/03/2018 13:19 Rispondi

Mirko Borgna

Mirko Borgna - 27/03/2018 13:24 Rispondi

Andrea Bottino

Andrea Bottino - 27/03/2018 13:29 Rispondi

Mirko Borgna

Mirko Borgna - 27/03/2018 13:45 Rispondi

mirko mancini

mirko mancini - 27/03/2018 15:30 Rispondi

simone cippi

simone cippi - 27/03/2018 14:01 Rispondi

Matteo Montu'

Matteo Montu' - 27/03/2018 14:02 Rispondi

gio ortalda

gio ortalda - 27/03/2018 14:58 Rispondi

mirko mancini

mirko mancini - 27/03/2018 16:51 Rispondi

mirko mancini

mirko mancini - 27/03/2018 15:07 Rispondi

simone cippi

simone cippi - 27/03/2018 16:00 Rispondi

Maurice Zangheri

Maurice Zangheri - 27/03/2018 16:04 Rispondi

Marco Di Vita

Marco Di Vita - 27/03/2018 21:33 Rispondi

Giovanni Di Liberto

Giovanni Di Liberto - 27/03/2018 16:59 Rispondi

mirko mancini

mirko mancini - 27/03/2018 19:24 Rispondi

Christian Emiliani

Christian Emiliani - 27/03/2018 18:15 Rispondi

Marco Salerno

Marco Salerno - 27/03/2018 18:54 Rispondi

Marco Salerno

Marco Salerno - 31/03/2018 12:09 Rispondi

giorgio patrizi

giorgio patrizi - 29/03/2018 19:25 Rispondi

Mirko Borgna

Mirko Borgna - 29/03/2018 19:35 Rispondi

Luca Discacciati

Luca Discacciati - 29/03/2018 20:54 Rispondi

mirko mancini

mirko mancini - 29/03/2018 22:23 Rispondi

Luca Discacciati

Luca Discacciati - 30/03/2018 08:51 Rispondi

Luca Discacciati

Luca Discacciati - 30/03/2018 10:06 Rispondi

gianfranco aldeni

gianfranco aldeni - 30/03/2018 12:01 Rispondi

Mirko Borgna

Mirko Borgna - 06/04/2018 12:58 Rispondi

Luca Discacciati

Luca Discacciati - 19/07/2018 18:14 Rispondi