Dividendo dalle azioni o reddito dalle obbligazioni?

Per coloro che cercano un investimento più stabile e un buon livello di reddito, con titoli sopravvalutati e tassi di interesse in aumento, potrebbe essere ragionevole pensare che le obbligazioni siano ora un investimento migliore.

C'è una forte argomentazione, tuttavia, secondo cui le azioni di società consolidate, con rendimenti da dividendo interessanti, siano investimenti a lungo termine molto migliori rispetto alle obbligazioni.

Con le obbligazioni, si sa che ogni anno si riceverà lo stesso reddito%, e quando la scadenza dell'obbligazione ti verranno restituiti tutti i tuoi soldi.

facciamo un esempio, paragonando le obbligazioni del Tesoro USA a 10 anni, che attualmente pagano circa il 3%, e Pepsi, che paga un rendimento da dividendo del 3,25%.

Le obbligazioni governative forniranno sicuramente maggiore stabilità e, come abbiamo detto, si avrà la garanzia di ricevere tutto il tuo capitale dopo 10 anni e un coupon fisso ogni anno. D'altro canto, con Pepsi, i prezzi sono abbastanza stabili, ma se il valore scende, il tuo reddito non cambierà molto, visto che la società aumenta i dividendi anno dopo anno.

Inoltre, se consideriamo semplicemente le variazioni dei prezzi da soli, ignorando i dividendi, notiamo che Pepsi è ancora riuscita a generare buoni rendimenti a lungo termine:


Prices changes for shares of PepsiCo through Sept. 18, 2018
1 year   2 years   3 years    5 years    10 years   15 years

                                                                                -1%        8%        22%          38%         56%      149%

Un modo interessante per valutare società che pagano degli ottimi dividendi è guardare l'indice S & P 500 Dividend Aristocrats.

Affinché un'azienda possa essere inclusa in questo indice, deve aver aumentato il suo dividendo consecutivamente per 25 anni. Ciò significa che i rendimenti non sono necessariamente elevati, tuttavia le società hanno una strategia per aumentare i dividendi ogni anno e quindi il flusso di reddito è protetto.

Di seguito puoi trovare un elenco di aziende che fanno attualmente parte dell'indice. Avevamo scritto su AT & T in un altro articolo e possiamo vedere che, insieme ad altre aziende, sono riusciti a generare un dividendo sano senza sacrificare i guadagni in conto capitale.

Oltre a investire direttamente in azioni, un altro modo per trarre vantaggio da questa strategia è l'utilizzo degli  ETF. Il vantaggio qui è che avrai un fondo diversificato di diverse società consolidate che hanno aumentato dividendi negli ultimi 25 anni. Di seguito sono riportati un paio di esempi che sono focalizzati sui mercati europei o statunitensi e anche per coloro che preferiscono una strategia più globale.

SPDR(r) S&P Global Dividend Aristocrats UCITS ETF – GBDV GBP
SPDR(r) S&P Global Dividend Aristocrats UCITS ETF – ZPRG EUR
SPDR S&P US Dividend Aristocrats UCITS ETF USD
SPDR(r) S&P Euro Dividend Aristocrats UCITS ETF – SPYW EUR
ProShares Trust - ProShares S&P 500 Dividend Aristocrats ETF (NOBL.P) USD

Dal punto di vista delle prestazioni, risulta che l'aumento dei dividendi è stato correlato con una sovraperformance significativa su lunghi periodi. Con i dividendi reinvestiti, possiamo vedere che su un orizzonte temporale più lungo, le società focalizzate sui dividendi hanno generato rendimenti più elevati rispetto a quelli che non lo fanno. (vedi tabella e tabella sotto).

 

----

Vorresti investire in questi tipi di azioni o ETF? Apri un account con IG gratuitamente o invia una e-mail a info@investire.biz per ulteriori informazioni.

---

Acquista il Report di ricerca finanziaria su Fondi & ETF, clicca QUI

0 - Commenti