DIRECTA PLUS UK LIMITED

La società che si è appena quotata alla borsa di Londra è nel settore della nanotecnologia, più precisamente nella lavorazione e produzione di articoli con il grafene.

Cit. da Wikipedia: Il grafene è un materiale costituito da uno strato monoatomico di atomi di carbonio (avente cioè uno spessore equivalente alle dimensioni di un solo atomo). Ha la resistenza meccanica del diamante e la flessibilità della plastica. Le scoperte sul grafene e le sue applicazioni (realizzazione di un transistor) conseguite nel 2004 sono valse il premio Nobel per la fisica 2010 ai due fisici Andrej Gejm e Konstantin Novoselov dell'Università di Manchester.

L'amministratore delegato della società ha spiegato che è stata scelta la borsa di Londra, in quanto il mercato è più liquido e molto più interessato alle soluzioni produttive proposte con il grafene.

Tanto per fare un paio di esempi senza dilungarsi nell'elenco di brevetti ottenuti e presentati, Directa Plus ha da poco siglato un'accordo con Colmar per la pruduzione di abbigliamento da neve/montagna e tempo fa con una società produttrice di biciclette da corsa per la produzione di pneumatici particolari.

Non conosco nel dettaglio i bilanci ed i conti societari, ma credo che alla base del business ci sia un grosso potenziale per il futuro (la domanda per prodotti di questo prevede una crescita esponenziale nei prossimi anni).

Tant'è che all'inizio, 2/3 anni fa, l'azienda era una startup ed ora dopo aver ottenuto vari finanziamenti è entrata in borsa.

Basti pensare che oltre alle applicazioni descritte sopra, il grafene viene usato anche per il trattamento delle acque, assorbimento di oli/petrolio, trattamento aria, etc...

L'azione è entrata a listino lunedi 30 Maggio a 80 pence circa, ed ha chiuso la sua prima settimana di contrattazione intorno ai 160, andando a raddoppiare il valore iniziale.

3 - Commenti

luciano cagnetta - 06/06/2016 11:01 Rispondi

Ciao Valerio, anche io la seguo, l'azienda è stata addirittura oggetto di un servizio su Leonardo di RAI 3, che è una delle trasmissioni più interessanti del servizio pubblico (naturalmente la trasmissione dura pochi minuti perchè le cose intelligenti fanno audience 0,00001 rispetto ai "Pacchi serali".

Il grafene è IL materiale del futuro, in un'infinità di applicazioni.

Forse ho sbagliato ma non l'ho presa perchè è salita troppo e ho già verificato che appena c'è maretta sui mercati queste azioni che schizzano su appena entrate in borsa poi la pagano in modo illogico ma evidentemente sono oggetto di grossa speculazione.

Da tenere sicuramente d'occhio, bravo.

Valerio Zambelli - 06/06/2016 20:54 Rispondi

si in effetti la performance che sta facendo è veramente impressionante, meglio attendere che si calmi l'euforia e che qualcuno cominci a prendere profitto per lasciare che i prezzi stornino un po ed entrare con un ottica di investimento di medio lungo periodo

andrea tibaldo - 07/06/2016 05:00 Rispondi

grazie Valerio e Luciano per la dritta

mi pare però che vista l'esiguità di dati perfformanti sul lungo periodo sia da considerare solo come uno strumento speculativo. certo da 80 pc a 183 (ieri) è un bel prendere. sarebbe interessante conoscere l'opinione di chi il "grafene" lo usa e ne consoce a fondo le caratteristiche. per esempio....è tossico, inquinante o altri ingombri normativi che potrebbero limitarne lo sviluppo. tenere sott'occhio.