Datalogic: livelli evidenti di ipervenduto

    • Il titolo ha perso il 46% da inzio anno, di cui il 40% negli ultimi 6 mesi.
    • Annuncio a inizio agosto della revisione in negativo delle guidance
    • Trimestrale il 13 novembre eventuali risultati migliori delle attese potrebbero far favorire un importante recupero.

Datalogic e' principalmente attiva nella progettazione, produzione e vendita di lettori di bar code, terminali portatili per la raccolta e trasmissione di dati e sistemi di identificazione tramite radiofrequenza; è entrata nel settore della marcatura laser e svolge ulteriori attivita' sostanzialmente riconducibili alla fornitura alla propria clientela di servizi di installazione, manutenzione e consulenza.
La socièta è quotata sul mercato FTSE Star, dove sono raccolte le small / mid cap piu’ promettenti del mercato italiano che devono garantire un certo livello di liquidità e di flottante, che per Datalogic rappresenta il 34%, e una market cap di 760 milioni di euro (fino a fine 2018 la società superava il miliardo di capitalizzazione).

Il gruppo si è quotato nel 2002 a 4.85 euro per azione, ma dal 2010 il titolo ha avuto una crescita inarrestabile che l’ha portato a toccare nel 2017 il livello di 34.11 euro per azione.
Dopo anni, di performance straordinarie ed espansione del gruppo, la semestrale del 2019 ha segnato un brusco stop in quanto se i ricavi sono calati dello 0.8% nei primi sei mesi del 2019 (bene l’America che rappresenta il 33% del fatturato ma rallentamento in Europa, 50% del fatturato, e Asia, 14% dei ricavi), i problemi vengono dai margini scesi sotto il 13% in termini di utile netto con l’Ebitda che segna un calo del 6.2%.
L’abbassamento delle guidance con la società che non prevede sostanziali miglioramenti nei prossimi 6 mesi ma risultati in linea ha fatto precipitare il titolo sotto i 13 euro per azione.

Nonostante l’anno negativo, i livelli di prezzo raffigurano una situazione di ipervenduto forse eccessiva rispetto a quello che la società ha dimostrato negli ultimi 10 anni di gestione.
In assenza di catalizzatori, escludendo il buyback in corso,  è probabile il prospettarsi di una situazione di attesa fino ai risultati trimestrali del prossimo 13 Novembre quando eventuali notizie migliori delle attese potrebbero far partire un recupero dettato sopratutto dalla chiusura di posizioni short.
Le ultime due analisi prodotte dalle case di investimento evidenziano un giudizio Neutrale sul titolo con prezzo obbiettivo rispettivamente di 17 euro per Equita Sim e 19 euro per azione per Banca Akros. Entrambe le analisi evidenziano come il taglio delle guidance abbia provocato eccessiva pressione sul titolo che riflettono in parte ma non in toto giustificate dall’andamento societario.
Piu’ positivo il giudizio di Kepler che mantiene con una raccomandazione Buy con prezzo obbiettivo a 24.5 euro per azione ma l’ultimo report è precedente alla semestrale d’Agosto e quindi  da considerarsi poco significativo ad oggi.

Nella giornata di venerdi’, si è assistito ad un movimento interessante con un recupero di Datalogic che ha registrato una performance giornaliera del 2.72% senza l’uscita di particolari notizie.
Per concludere la situazione societaria è molto incerta, ed il titolo ha una volatilità elevata che riflette il comportamento nervoso degli investitori, tuttavia ai livelli attuali ha senso provare a costruire una posizione lunga da implementare nel medio termine (con stop loss a 12 euro per azione).

---

Mancano pochi giorni al corso sulle Figure dell'analisi tecnica!

Guarda il programma QUI

---

0 - Commenti