Kimura Trading

Come trarre profitto dalle mosse di Amazon e Google

Buongiorno a tutti,

avrete ormai sentito parlare delle acquisizioni di Whole Foods da parte di Amazon e dell'accordo tra Wal-Mart e Google, giusto? Andiamo quindi ad analizzare le mosse di questi colossi tech e cerchiamo di capire quali possono essere le scelte giuste da fare per il prossimo futuro.

Whole Foods Market è un rivenditore di alimenti naturali e di prodotti biologici con più di 430 negozi sparsi in Europa ed America. Il 16 giugno Amazon ne ha annunciato l'acquisto per 13.7 miliardi di dollari mettendo sul piatto 42 dollari ad azione, il 27% in più della quotazione di chiusura del giorno precedente.

La strategia di Jeff Bezos è si quella di implemetare i propri servizi fornendo prodotti alimentari organici e biologici, ma di farlo ad un prezzo accessibile a tutti. La mossa successiva è stata difatti quella di annunciare un taglio dei prezzi dei prodotti per spazzare via la concorrenza. 

C'è concorrenza e concorrenza però, e come ovvio che sia Google non è sicuramente rimasto a guardare, anzi, si è portato allo stesso livello di Amazon annunciando novità su più fronti.

L'accordo di Google con Wal-Mart è di pochi giorni fa: il re dei centri commerciali in America, che si occupa di vendite al dettaglio e che opera come catena di ipermercati, grandi magazzini e negozi di alimentari, si è alleata con Google per dare filo da torcere ad AmazonA partire dalla fine di settembre centinaia di migliaia di prodotti del nostro catalogo potranno essere comprati con un semplice ordine vocale grazie a Google Home, ha annunciato Marc Lore, A.D. di Wal-Mart.

Sfide tra "padroni indiscussi del mercato mondiale" che acquisiscono colossi per distruggere la concorrenza, è questo quello che sta accadendo.

Da una parte Amazon, con la nuova catena di ipermercati bio Whole Foods ed il nuovo sistema Alexa, un assistente vocale che dovrebbe trasformare la vostra casa in una Smart Home in ascolto (QUI trovate approfondimenti e QUI un articolo interessante a riguardo).

Dall'altra Google, con il colosso Wal-Mart e la tecnologia di Google Home e Google Assistant.

Ulteriori rivoluzioni sono alle porte, e prossimamente è certo ci sarà qualcuno che ne trarrà vantaggio e qualcuno che verrà scaraventato fuori dal mercato dalle novità tecnologiche.

Arriviamo alla parte conclusiva, quella che più vi interessa ;-) 

Investiamo in Amazon o Google (aziende tech) ? In Whoole Foods (alimentare bio) o Wal-Mart ? A mio avviso sarebbero tutte scelte logiche nel lungo termine (anche se Amazon è forse troppo sopravvalutato).

Io però voglio aggiungere anche le aziende che probabilmente non riusciranno a rimanere al passo coi tempi, ovvero i grandi centri di distribuzione come ad esempio:

• Carrefour SA

• Marks and Spencer Group Plc

• Koninklijke Ahold Delhaize NV

• Tesco PLC

Ho una chiara strategia per shortare questi titoli, e la illustrerò domani al Trading LIVE! delle ore 16:00 dove parleremo di questa e di tante altre strategie.

Clicca QUI per iscriverti!

5 - Commenti

Cristian Palazzetti

Cristian Palazzetti - 29/08/2017 17:56 Rispondi

nicola piasentin

nicola piasentin - 29/08/2017 23:21 Rispondi

Luca Discacciati

Luca Discacciati - 30/08/2017 08:47 Rispondi

andrea tibaldo

andrea tibaldo - 31/08/2017 04:08 Rispondi

Riccardo Zago

Riccardo Zago - 31/08/2017 10:31 Rispondi