Come Apple sta cambiando...buccia!

Apple è diventata la società colosso che conosciamo oggi grazie all'iPhone.

Ma dopo aver messo in mano il proprio telefono al 45% degli americani, l'iPhone comincia a perdere un po' di smalto...è difficile crescere quando sei un colosso!

In gennaio, per la prima volta in dieci anni, Apple ha avuto un calo nelle vendite, anche se ha vuto una crescita del 33% dai servizi, per un totale di 40 miliardi di dollari, ovvero il 15% del fatturato totale.

Con la concorrenza che propone sempre piu' prodotti ad un prezzo inferiore, Apple deve cambiare businnes, non puo' rimanere ancorata alla vendita dei telefoni

Apple, tra dieci anni, sarà molto diversa da come la conosciamo oggi. Probabilmente continuerà a vednere telefoni, ma gran parte del fatturato arriverà dai servizi accessori.

Ed è qui la grande sfida: riuscira Apple a competere con player del calibro di Netflix (per quanto riguarda la fornitura di film e serie tv in streeming), Spotify (per quanto riguarda la musica)?

Nessuno lo sa. Al momento Apple ha investito un miliardo di dollari di budget per comprare format di programmi televisivi di successo e fare accordi con star e registriHolliwood e che i dipendenti di Apple hanno fatto trapelare che la nuova app, dalla quale sarà possibile fruire di tutti questi contenuti, sarà la "Netflix Killer".

Sappiamo anche che l'arrivo di Apple in questo settore spaventa tutti gli altri big...Netflix ha bloccato, di recente, la possibilità di sottoscrivere l'abbonamento ai suoi servizi da dispositivi Apple e Spotifiy si è rivolta all'antitrust europea accusando Apple di abuso, in quanto la "commissione" che Apple incassa per la vendita sull'Apple store sarebbe troppo alta.

Con 1.4 miliardi di dispositivi utilizzati nel mondo, Apple parte da una posizione di potere. Ma il mondo cambia in fretta e non è affatto scontato che Apple riesca a vincere questa battaglia dei contenuti.

Come va il titolo Apple in borsa?

Il titolo Apple è stato il secondo titolo nella storia a raggiungere il livello di 1000 miliardi di dollari capitaliazzazione anche se, in seguito a tale rialzo, il titolo ha perso oltre il 35%, peggiore ribasso dell'ultima decade. Secondo l'analisi tecnica, un ritorno in area 130 dollari per azione (vedi immagine) è molto probabile.

---

Comincia a fare trading online, leggi la guida per chi comincia

---

 

2 - Commenti

Samuele Grisi

Samuele Grisi - 25 marzo 15:27 Rispondi

Samuele Grisi

Samuele Grisi - 25 marzo 16:00 Rispondi