COCA COLA acquisisce Lurisia, le acque di Eataly

Nell’ambito della strategia in atto volta a diversificare l’offerta, Coca-Cola ha firmato un accordo preliminare per l’acquisizione delle acque e delle bibite di Lurisia.

L’intesa con l’azienda piemontese che produce acque in bottiglia e bibite con ingredienti bio, avvenuta tramite la controllata Coca-Cola Hbc Italia, sarà finalizzata entro l’anno per un prezzo complessivo di 88 milioni di euro, ancora da confermare.

Con l’operazione, Coca-Cola aggiunge un nuovo tassello alla sua 24/7 Total Beverage Strategy, che negli ultimi anni ha visto il gruppo muoversi verso gli energy drink e il caffè in lattina.

Con l’acquisizione di Lurisia, controllata dal fondo privato Idea Taste of Italy e gestita da DeA Capital Alternative Funds Sgr, dalla famiglia Invernizzi e da Eataly Distribuzione, il gigante statunitense potenzia anche l’offerta delle bibite e si espande nel mercato delle acque minerali.

Secondo gli accordi, il presidente e attuale amministratore delegato di Lurisia, Piero Bagnasco, e Alessandro Invernizzi, resteranno nel consiglio di amministrazione di Acque Minerali per assicurare continuità di business.

Inoltre, gli stabilimenti nella provincia di Cuneo andranno ad integrare i quattro siti produttivi che Coca-cola già possiede tra Campania, Abruzzo, Basilicata e Veneto, dove per 2019 il colosso delle bevande analcoliche ha stanziato piani di investimento per 45 milioni di euro.

Nel 2006, Coca-Cola aveva già effettuato un’operazione simile in Italia acquistando la società Fonti del Vulture che produce Acqua Lilia, oggi distribuita in tutto il Paese anche grazie al supporto e alla partnership commerciale con il gigante americano.

A fronte dell’accordo tra Coca-Cola e Lurisia però,  Slow Food, realtà non-profit italiana che dal 1986 promuove un mercato alimentare sostenibile e con cui l’azienda piemontese collabora dal 2007, ha deciso di non rinnovare la cooperazione per il prossimo anno.

Spostandoci sui grafici notiamo che il colosso delle bevande analcoliche è in trend positivo ininterrotto dal 2009, in cui è passata da 19,33 a oltre 54 dollari.

Sul time frame settimanale possiamo notare come nel corso degli anni solo quattro volte il titolo abbia chiuso sotto la media mobile a 200 periodi, ma immediatamente si è sempre riportato al di sopra di essa continuando poi la sua ascesa.

Sul grafico giornaliero ci troviamo in un probabile ritracciamento all’interno di un solido trend al rialzo.
Vediamo adesso le possibili strategie da adottare sul daily.

Long
Ingresso: sul pull back alla rottura di 54,78 dollari oppure al breakout del massimo a 55,92 dollari
Stop: 53,63 dollari per entrambi gli ingressi

Target 55,92 dollari e poi in trailing profit con acquisto sul ritracciamento
Target trailing profit con acquisto sul breakout del massimo

Short giornaliero:
Ingresso: breakout 53,63 dollari
Stop: 55,92 dollari

1° target: 52,87 dollari, 2° target: 51,40 dollari

---

!!! Promozione che scade il 30 settembre 2019 !!!

Se apri un conto con www.kimuratrading.com e lo finanzi con almeno 2000 euro, per te gratis l'ingresso nel gruppo Telegram TRADERS CLUB

Manda una mail a info@investire.biz per essere contattato, oppure comincia ad aprire il CONTO TRADING da QUI.

---

0 - Commenti