CERVED si butta sul mercato la divisione Npl

All’interno del segmento Mid Cap di piazza affari Cerved Group, in questi giorni, sta ottenendo delle ottime performances.

Alla base del rialzo delle quotazioni, ci sono motivi ben precisi che hanno spinto gli investitori ad acquistare azioni.

Il gruppo di informazioni commerciali potrebbe presto mettere sul mercato la propria divisione specializzata nella gestione dei crediti e, in modo specifico, dei crediti problematici.
La business unit di Cerved Group alla data del 30 giugno scorso, aveva in gestione qualcosa come 53,3 miliardi di crediti, di cui ben 43,8 miliardi deteriorati. Per ora non ci sono indicazioni precise su come la divisione dedicata ai crediti problematici sarà immessa sul mercato.

Sul tavolo di Cerved, infatti, ci sarebbero diverse opzioni.
Una strada percorribile sarebbe quella che porta alla vendita della divisione ma non è neppure da escludere l'integrazione con altri operatori dello stesso settore. Infine, si sta anche valutando una possibile partnership di carattere industriale con altro soggetto.
Fin qui le indiscrezioni.

Cerved Group, dal canto suo, ha reso noto di aver conferito un mandato relativo alla valutazione esplorativa di opzioni strategiche in merito alla divisione aziendale facente capo alla controllata diretta Cerved Credit Management Group. Il management di Cerved ha però precisato che, allo stato attuale, non è stata ancora assunta alcuna delibera in merito. In pratica tutte le opzioni sarebbero al vaglio del management, nessuna esclusa.

Proprio questa situazione di incertezza ha attirato la speculazione sul titolo, che ha permesso il balzo in avanti degli ultimi giorni, dopo che il titolo, nel corso dell'ultimo anno, ha subito un ribasso del 14,87 per cento.

Analizzando i conti di Cervedi risulta che il primo semestre si è  chiuso con utili per 59,2 milioni in crescita del 12,5%.
Nei sei mesi la divisione Credit management ha contabilizzato ricavi per 86,7 milioni (+30,5%) e un Ebitda di 30,9 milioni (+39,3%).
Il gruppo può contare anche su una divisione credit information (146,8 milioni di ricavi a giugno) e un’altra dedicata alle marketing solutions (14,5 milioni).2

Sul grafico giornaliero Cerved si trova in prossimità della resistenza di 8€, che sta cercando di violare.
Se dovesse chiudere al di sopra di questa soglia, con buoni volumi, attendere un ritracciamento per poter entrare long sul titolo.
Inserire lo stop sotto il minimo relativo precedente.
In caso di ingresso al rialzo, i target da mettere nel mirino sarebbero 8,80€ e poi 9,22€.
Prendere in considerazione un’operatività short solo alla rottura di 7,09€ con stop al di sopra 7,67€.
In questo caso gli obiettivi si posizionerebbero a 6,92€ e poi a 6,36€.

---

Impara a scoprire le azioni che ti renderanno ricco!

Iscriviti al Corso completo di Analisi fondamantale che parte a breve, ora è scontato!

Lo trovi QUI

---

0 - Commenti