BMW è ancora un titolo su cui puntare?

Il colosso automobilistico tedesco BMW negli ultimi anni è andato incontro a problemi come lo scandalo dieselgate, che ha fatto crollare il titolo in borsa di quasi il 50%, segnando un minimo a 58.00€ per azione, di recente è stato indebolito ulterioremente dalle tensioni USA-CINA.

Nonostante questo, ricavi e utili sono sempre rimasti stabili. Nel 2018 BMW ha fatturato 97.480.000 Miliardi di Euro, riportando un utile di 7.117.00 Miliardi, un dato in calo rispetto al 2017, comunque risultati importanti nonostante la brusca frenata dell'intero settore.

Quest'anno probabilmente ricavi e utili saranno leggermente migliori rispetto al 2018, ma a mio avviso dobbiamo concentrarci sugli investimenti massici che la multinazionale sta facendo prevalentemente nel comparto elettrico e dell'innovazione tecnologica. Nei prossimi anni infatti, come si vede nella terza immagine, è previsto un aumento considerevole di veicoli elettrici in circolazione e la produzione di nuovi modelli ibridi ed elettrici continua senza sosta come si nota nella presentazione del sito ufficiale  .

Il futuro nel settore automobilistico, che piaccia o meno, è l'auto elettrica e BMW è pronta a cavalcarlo. Anche per questo motivo sono un azionista convinto e credo molto nell'azienda. 

Negli ultimi 3 mesi i prezzi del titolo quotato in borsa sono passati da 58 a 75 euro per azione, un incremento di quasi il 30%. A mio avviso il titolo salirà ancora e nel lungo termine mi aspetto anche nuovi massimi storici. Al momento abbiamo di fronte una delle aziende leader del settore a livello internazionale con P/E inferiore a 10.00, EPS sopra a 7.5 e ottimi risultati nell'ultima trimestrale, ottimi anche i dividendi.

In conclusione rispondo alla domanda fatta inzialmente:

BMW è ancora un titolo su cui puntare? La mia risposta è SI.

---

Vuoi puntare anche tu sul titolo BMW? Su Kimura Trading non ci sono commissioni sulle azioni! 

Apri un conto QUI!

---

Grafici e riclassificazioni dati di bilancio offerti da Infront Finance

2 - Commenti

Enrico Besutti

Enrico Besutti - 08 novembre 17:38 Rispondi

Riccardo Zago

Riccardo Zago - 11 novembre 09:28 Rispondi