Berkshire Hathaway: garantisce Warren Buffet

Berkshire Hathaway Inc. ha annunciato che i profitti non sono stati all’altezza delle previsioni degli analisti.

La holding statunitense del guru mondiale degli investimenti, Warren Buffet, ritiene che le cause siano da attribuirsi al rallentamento dell'economia e ai timori commerciali derivanti dalle tensioni tra Stati Uniti e Cina.

La società ha reso noto che l'utile operativo del secondo trimestre è stato di 6,14 miliardi di dollari, in calo rispetto ai 6,89 miliardi dello stesso periodo dell'anno precedente.

Tuttavia, l'utile netto è stato più elevato in questo trimestre, registrando 14,07 miliardi di dollari, in aumento rispetto ai 12,01 miliardi di dollari dell'anno scorso. 

Berkshire Hathaway ha dichiarato 122,4 miliardi di liquidità e mezzi equivalenti, una montagna di soldi che dovrebbero servire per un’acquisizione molto importante.

Attualmente questi soldi sono però congelati in quanto l’oracolo di Omaha ritiene che le aziende, in questo periodo storico, abbiano dei prezzi troppo elevati.

La nota strategia dell’investitore americano prevede infatti di acquistare le società con fondamentali solidi durante le fasi di discesa.

Gli analisti ritengono che la decisione di rimandare operazioni di acquisizioni potrebbe anche lasciar intendere che Buffett rimanga ottimista sull’attuale fase dell’economia.

Il colosso statunitense ha inoltre aumentato alcune delle posizioni del suo portafoglio in questo trimestre.

La società ha acquisito una posizione di oltre 50 miliardi di dollari sul gigante tecnologico Apple, 10 miliardi di dollari su Occidental Petroleum per aiutare l'azienda ad acquisire lai compagnia petrolifera, Anadarko Petroleum Corporation.

L’azienda americana ha comunque registrato anche un minor numero di riacquisti di azioni in questo trimestre, 442 milioni di dollari di azioni rispetto a 1,7 miliardi di dollari nel primo trimestre di quest'anno. 

Berkshire Hathaway rimane una società solidissima, molto performante e tra le più diversificate nel panorama internazionale.

Oltretutto la holding può contare sull’enorme popolarità del suo leggendario fondatore Warren Buffett.

In borsa il titolo è ancora all’interno di una tendenza al rialzo di lungo periodo che dura ormai da 10 anni, e dal 2012 ha sempre viaggiato al di sopra della media mobile a 200 periodi sul grafico settimanale.

Il 10 Ottobre 2018 Berkshire Hathaway ha raggiunto il suo massimo storico a 224,07 dollari.

Da allora, il titolo ha fatto una serie di massimi più bassi e ha iniziato una tendenza al ribasso di medio termine.

Se verrà superata la fascia di prezzo tra 216,5 e 219 dollari, il titolo dovrebbe ritornare sui valori più alti di sempre.

Lo stop, per l’operazione long sul settimanale, va inserito in area 196,9 dollari.

In ottica short è necessaria la rottura di quest’ultimo livello con target a 186 dollari e stop a 216,58 dollari.
Sul grafico giornaliero l’area di 196,9 dollari sta fungendo ancora da ottimo supporto.

Un ingresso al rialzo è però solo ipotizzabile alla rottura di 210 dollari  con target a 216,58 e poi 219,16.

La soglia di 196,9 dollari rappresenta sia lo stop dell’operazione long che l’innesco di uno short.

Personalmente ho una view long sul titolo sia per i fondamentali che per la solidità del trend di medio-lungo periodo.

0 - Commenti