Banca IFIS crolla. E' un affare?

Banca IFIS crolla. E' un affare?

Banca Ifis ha perso il 60% del suo valore in poco meno di un anno.

Era l'ottobre scorso quando il titolo raggiunse il massimo storico di 48 euro per azione.

Come mai l'azione ha perso cosi tanto in questo periodo?

I ribassi sono dovuti alle tensioni presenti sul settore bancario italiano, unite al fatto che Banca Ifis ha una importante esposizione sui titoli di stato italiani, anch'essi sotto attacco degli speculatori in queste ore.

Durante una conference call con gli azionisti, pero', l' amministratore delegato Giovanni Bossi ha tranquillizzato gli azionisti dicendo che:

1) l’esposizione ai BTP è molto contenuta.
2) l’accorciamento della filiera di controllo continua.
3) Il capitale è sufficiente per sostenere il business plan.
4) Indicazioni positive sulla divisone crediti deteriorati che potrebbe mostrare numeri migliori del Piano.

Alcuni analisiti, inoltre hanno fatto notare come il titolo, anche dopo il taglio delle stime a valle della conferenza telefonica di ieri, tratta a sconto del 30% sul patrimonio netto tangibile.

In allegato, è possibile vedere i risultati aziendali...Il tasso di crescita di utile e fatturato, negli ultimi 5 anni, è del 18% circa che, se paragonato all'attuale p/e di 6, ci fa capire come il titolo sia davvero sottovalutato.

Che il titolo, essendo considerato un bancario, sia stato trattato esattamente come Unicredit o Banca intesa? Secondo Bossi questa ipotesi è veritiera, infatti è lo stesso amministratore delegato a pensare che le vendite, probabilmente, arrivano da grossi fondi americani.

Rimango dell'idea che sia conveniente essere azionisti di quest banca e come per tutti i titoli con ottimi fondamentali, i ribassi sono solo opportunità di incremento.

---

Vuoi conoscere tutte le nostre operazioni di Trading/Investimento in tempo reale?

Unisciti al canale Telegram "Traders Club"

9 - Commenti

francesco raffaelli - 09 ottobre 12:23 Rispondi

Ciao Luca! A livello di investimento io non sono esperto, e mi fido di voi a pieno, non che nelle altre analisi non mi fidi 🤣...

Certo a livello tecnico il trend è ben impostato a ribasso, e sarebbe da vendere ad ogni rimbalzo... Si pptrebb3 dividere l'operatività? A livello di trading un sell dalla zona di 20, e iniziare in maniera inversa un piano di accumulo per il lungo periodo?

massimiliano trazzi - 09 ottobre 16:25 Rispondi

per me era un affare anche a 25 ;-)

gianfranco aldeni - 09 ottobre 18:20 Rispondi

Hai ragione Max ma prenderla adesso invece che a 25 ce una bella differenza....

massimiliano trazzi - 10 ottobre 10:24 Rispondi

assolutamente d'accordo con te Gianfreco. La mia era una riflessione sui fondamentali. La banca secondo me rimane una delle poche eccellenze italiane. a presto!

 

ALZATI ENRICO - 10 ottobre 08:51 Rispondi

Prima di mediare deve rilassarsi la curva discendente.

Orazio Di Giovanni - 10 ottobre 11:13 Rispondi

Buongiorno, per come la vedo io preferirei prendere a questi livelli Banca Farmafactoring :) ;) 

ALZATI ENRICO - 10 ottobre 11:17 Rispondi

Luca, sai a quanto ammonta lo scoperto di IFIS? Probabile che i Fondi USA abbiano venduto le posizioni long e abbiano assunto posizioni corte. Conoscere l'ammontare e verificarlo, ci direbbe quando si arresta il prezzo per mediare le posizioni.

Giovanni Robocop Castellana - 15 ottobre 11:08 Rispondi

facendo due verifiche su Banca IFIS ho notato che i fondi stanno cominciando a entrare in posizione corte pesanti sul titolo. Nello specifico Mashal Wace LLP ha incrementato le sue posizione corte a partire dal 3/10 .

Riassuto Marshall Wace LLP Posizioni SHORT %capitale:

03/10/2018 0,52%

08/10/2018 0,76%

11/10/2018 0,85%

Sto monitorando se qualche altro fondo si affaccia sul mondo IFIS. 
Voi cosa ne pensate?

ALZATI ENRICO - 18 ottobre 13:34 Rispondi

Che si attende per il riacquisto una normalizzazione delle posizioni corte e vedere come si comporta il bilancio con minor crediti d'imposta