Kimura Trading

Azioni NIO sugli scudi: investitori euforici al NASDAQ, i motivi

Grandi acquisti in Borsa per le azioni NIO dopo la presentazione del nuovo modello di auto ET7. Gli analisti alzano il target price, ecco perché

NIO inarrestabile al NASDAQ. Con i nuovi rialzi azionari, l'azienda cinese rilancia la sfida a distanza con la rivale Tesla in quello che sembra più un match tra Cina e USA per la supremazia tecnologica delle auto elettriche.

Nella seduta di ieri a Wall Street la società cinese ha guadagnato il 6,42%, dopo una giornata in cui le azioni sono state in aumento anche del 20% durante le contrattazioni. Il mercato ha raccolto con euforia il NIO Day di sabato 9 gennaio, nel quale è stato presentato il nuovo modello di auto ET7, una berlina di lusso che, in base alle previsioni, dovrebbe essere messa sul mercato nel primo semestre del 2022.

A infiammare gli investitori è stata soprattutto la nuova batteria da 150 KWh, di potenza quindi superiore a quella da 100 KWh di novembre. Questa avrà un'autonomia di 625 miglia, più del doppio di quella di Tesla Model 3 che arriva a 263 miglia.

 

NIO Day: ecco tutte le novità

L'evento si può senz'altro definire storico per NIO. Parecchie le novità servite agli investitori su un piatto d'argento. Il prezzo della nuova ET7 sarà di 69.193 dollari e include la batteria, senza però tenere in considerazione gli aiuti del Governo. La batteria invece costerà 58.378 dollari e potrà essere noleggiata dall'azienda.

L'altra novità è che il produttore cinese farà una partnership con Nvidia per la produzione di chip legata alla tecnologia System-on-a-chip, la quale garantirà funzioni avanzate nell'automazione della guida. L'auto avrà sensori Lidar che vengono utilizzati nelle auto autonome in modo da poter percepire l'ambiente intorno durante la guida.

Riguardo la batteria, il vantaggio è che si tratta di un modello allo stato solido e non come quelle classiche che hanno elettrolita liquido. Questo significa che presentano un'autonomia e una sicurezza maggiori e costi inferiori. L'incognita risulta essere il partner di NIO proprio per questo tipo di batterie. Per il momento si sa solo che la società collabora con il produttore cinese Contemporary Amperex Technology Co.

 

Azioni NIO: le previsioni degli analisti

Le prospettive per il futuro dell'azienda sembrano essere dunque molto ambiziose. William Li, CEO di NIO, ha dichiarato che il mercato delle auto elettriche è enorme e in continua evoluzione dal punto di vista tecnologico. La società quindi potrebbe entrare a pieno regime per produrre a basso costo su larga scala, ma sicuramente con un altro marchio.

Il 2020 si è chiuso con una produzione di 43.727 veicoli, più del doppio rispetto al 2019. Mentre in Borsa il titolo non accenna a fermarsi, avendo collezionato negli ultimi 12 mesi uno strabordante +1.600%. Cifre da capogiro se si pensa che Tesla ha fatto brillare gli occhi degli investitori con un guadagno delle azioni dell'800%.

NIO oggi ha una capitalizzazione di 100 miliardi di dollari, sopra a quella di colossi come Volkswagen che ha raggiunto una valutazione di 96 miliardi. Quanto a valore di mercato nel settore è seconda soltanto alla società guidata da Elon Musk.

Adesso dove potrà arrivare il titolo NIO? Gli analisti hanno tutti quanti rivisto i loro target di prezzo al rialzo. Nick Lai di J.P. Morgan vede il titolo arrivare a 75 dollari dai 50 dollari precedentemente previsti. Edison Yu, strategist di Deutsche Bank ha spostato il prezzo obiettivo da 50 dollari a 70 dollari. Mentre l'esperto di Credit Suisse, Bin Wang, lo ha aumentato a 71 dollari dai 65 stimati.

Bank of America è rimasta particolarmente colpita dal NIO Day e dai piani aziendali, pertanto rilancia il target price portandolo da 59 dollari a 70 dollari, con una stima del prezzo azionario di 13 volte le vendite per il 2022. Ricordiamo che in questo momento l'azione scambia a 11 volte le vendite previste per l'anno prossimo, mentre Tesla ha un multiplo di 13 per lo stesso periodo.

0 - Commenti