Autostrade (Atlantia) CROLLA in borsa. E' da comprare?

Oltre al ponte Morandi di Genova, a crollare è stato anche il titolo di Atlantia, la finanziaria che controlla, al 100%, Autostrade per l'Italia.

Il titolo, che nella giornata del disastro avvenuto a mercati aperti, è crollata del 15%, ha aperto ora a 17.95 euro, ovvero con un -23% dai prezzi dell'altro ieri.

Questi ulteriori crolli sono dovuti al caos scatenato dalle dichiarazioni del premier Conte, che in un consiglio dei ministri straordinario, ha dichiarato di aver già avviato la procedura di revoca della concessione ad Autostrade.

Ragioniamo pero' a mente fredda, grazie all'aiuto del collega ROBERTO GRANATIERO (lo trovate su Facebook), con il quale mi sono confrontato, in quanto è ben informato sulla questione.

1) Se lo stato dovesse davvero revocare la concessione, dovrà pagare una penale di circa 20 miliardi di euro, ovvero un importo pari agli utili previsti, per la società, nei prossimi 20 anni.

2) Quasi impossibile che vengano attribuite colpe gravi ad Austrade, al termine dell'iter giudiziario. E' molto probabile che Autostrade abbia sempre eseguito i controlli, infatti non ha mai ricevuto richiami formali da parte dello stato o altre autorità. 

3) Se la concesisone venisse revocata, come ci si comporterebbe con tutti quesi servizi, indispensabili per il traffico, come il Telepass, i dipendenti, i sistemi di pagamento, gli autogrill?

Insomma, è davvero improbabile che le dichiarazioni "a caldo" dei politici, trovino poi una realizzazione pratica. E' molto piu' probabile che, alla fine, si trovi un caprio espiatorio alla "Schettino", che si farà un po' di galera, oppure tutto si chiuderà con una multa.

Il gruppo proprietario di Autostrade per l'Italia afferma in una nota che l'annuncio da parte del governo della procedura per il ritiro della concessione, dopo il crollo del Ponte Morandi, "è stato effettuato in carenza di qualsiasi previa contestazione specifica alla concessionaria ed in assenza di accertamenti circa le effettive cause dell'accaduto". "Le modalità di tale annuncio - rileva la società - possono determinare riflessi per gli azionisti e gli obbligazionisti".

In conclusione. Con una apertura sotto i 18 euro, livello che tra l'altro è un supporto incredibilmente potente, a livello di analisi tecnica, un acquisto del titolo sarebbe una opportunità di lungo termine davvero interessante.

9 - Commenti

Enrico Lanati

Enrico Lanati - 16/08/2018 10:11 Rispondi

Vittorio Mirabella

Vittorio Mirabella - 16/08/2018 10:20 Rispondi

ALZATI ENRICO

ALZATI ENRICO - 16/08/2018 10:42 Rispondi

Thomas Marzano

Thomas Marzano - 16/08/2018 10:49 Rispondi

pietro vecchi

pietro vecchi - 16/08/2018 12:04 Rispondi

Enrico Lanati

Enrico Lanati - 16/08/2018 12:19 Rispondi

pietro vecchi

pietro vecchi - 16/08/2018 12:23 Rispondi

Enrico Lanati

Enrico Lanati - 16/08/2018 14:27 Rispondi

massimo bonetti

massimo bonetti - 16/08/2018 17:27 Rispondi