Ancora una volta “the winner is… MONCLER”

Come già evidenziato in tempi non sospetti, quando il titolo crollava a causa delle vicende di Hong Kong (“Moncler sprofonda: colpa di Hong Kong” del 19.09.2019), a livello fondamentale Moncler rimane una delle migliori storie italiane.

Il trend è stato confermato anche nella trimestrale di settembre riportata ieri sera a mercati chiusi: dopo Lvmh, un’altra azienda leader nel lusso ha superato le stime in termini di ricavi, nonostante un trimestre caratterizzato da pesanti incertezze per le vicende asiatiche (Hong Kong è una delle piazze piu’ rilevanti per il lusso europeo in Asia), per la guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina e per le vicende di casa nostra si veda Brexit.

Tornando alla trimestrale: Il fatturato ha segnato una crescita del 12% su base annua (+10% a cambi costanti), +1.4% rispetto alle stime degli analisti per la parte retail.
Nel wholesale la crescita è stata piu’ debole delle previsioni (+6% anno su anno contro il +9% atteso) ma solo per un diverso timining delle consegne in Europa, la previsione del +9% è quindi da considerarsi valida. Interessante da notare (nel retail) che, nonostante il calo di Hong Kong (-40%), il mercato asiatico ha conservato una crescita a doppia cifra grazie all'accelerazione nel mercato cinese, koreano e giapponese (tra i best performer con un notevole incremento a Settembre). Anche il mercato americano ha segnato un leggero miglioramento rispetto al Q2.

Il Ceo Ruffini ha rassicurato anche sul mese dio Ottobre dove la Golden Week in Cina è andata meglio del previsto, da notare che il Giappone ha sofferto a causa dell’aumento IVA ma è comunque in via di recupero.
Significative sono le misure prese per fronteggiare la crisi ad Hong Kong con il management impegnato in una rinegoziazione degli affitti al fine di proteggere i margini.
Il titolo, dopo un calo del 17% negli ultimi 3 mesi, si presenta con multipli interessanti ed a sconto rispetto al settore 21.3x P/E20 (Price / Earnings 2020) contro  il 23x del settore.

Gli analisti di Equita Sim comunicano in una nota come i ricavi del terzo trimestre siano in linea con le attese ma con outlook e qualità rassicuranti per il futuro: mantengono quindi il giudizio Buy sul titolo con target price a 41.5 (19% upside rispetto ai livelli attuali).
Anche Kepler ha espresso giudizi molto positivi su management e società dopo che i risultati hanno sorpreso in positivo le stime degli analisti; la casa di investimenti si è detta rassicurata anche dalle performance di ottobre.
Tra gli altri analisti, Societé Generale oggi ha fissato il target price a 43 con raccomandazione incrementata a Buy; Jefferies ha mantenuto il Buy con prezzo obbiettivo a 41 euro per azione.

Il titolo, oggi, registra una performance del +7.85% con il prezzo che supera 35 euro per azione e trascina anche gli altri nomi del lusso italiani ed europei: Brunello Cucinelli +1%, Salvatore Ferragamo +1.2%, Lvmh +1.4%, Hermes 1.3%.
Moncler rimane insieme ai colossi francesi (Lvmh e Hermes) un winner del settore con ampio potenziale di crescita e una valutazione davvero interessante a livello fondamentale.

---

Vuoi imparare a valutare una azienda?

Clicca QUI

---

0 - Commenti