Amazon sconvolge l'industria petrolifera

Amazon non è felice di essere la seconda più grande azienda al mondo, ma continua a mettersi alla prova seguendo il programma di diversificazione.

Amazon dimostra che nessun settore è sicuro. Da quando ha lanciato il suo olio motore a marchio privato, Amazon Basics Synthetic Motor Oil, vari analisti del settore hanno iniziato a retrocedere il rating su vari titoli di aziende petrolifere.  L'ultimo è stato venerdì scorso, quando JPMorgan è diventato ribassista su Valvoline Inc, che ha visto i suoi prezzi delle azioni calare di oltre il 4%.

Si prevede che tali comunicati stampa diventeranno di uso comune nei prossimi mesi dopo le notizie sull'ultimo prodotto e categoria che Amazon ha lanciato. In tanti casi, gli analisti considerano sempre l'ingresso di Amazon in una categoria come un effetto negativo su un marchio gia affermato.

Le attività di private label stanno diventando estremamente strategiche per Amazon e, a partire dal luglio 2018, Amazon ha un totale di 76 private labels.

Nessuna industria o settore è tecnicamente sicuro da Amazon. Come Jeff Bezos ha ripetutamente affermato "Il tuo margine è la mia opportunità".

Questo è molto vero in quanto l'azienda può entrare in ogni mercato vendendo i prodotti online. Non ha davvero bisogno di un negozio fisico e non ha alcun vincolo di infrastruttura.

6 - Commenti

Luca Discacciati

Luca Discacciati - 18/09/2018 07:50 Rispondi

gianfranco aldeni

gianfranco aldeni - 18/09/2018 09:43 Rispondi

Filippo Cova

Filippo Cova - 18/09/2018 10:51 Rispondi

Christian Buhagiar

Christian Buhagiar - 18/09/2018 12:03 Rispondi

Christian Buhagiar

Christian Buhagiar - 19/09/2018 17:25 Rispondi

Filippo Cova

Filippo Cova - 20/09/2018 17:05 Rispondi