Aggiornamento IREN: target raggiunti e piano industriale

Il nuovo piano industriale 2019-2024, presentato il 26 settembre, è stato accolto con favore tanto che Banca Akros e Kepler Cheuvreux hanno una view buy sulla multiutility di Reggio Emilia.

In sintesi il piano prevede una crescita della marginalità con EBITDA atteso ad oltre 1 miliardo sostenuta da un piano di investimenti pari a 3,3 miliardi , dalla centralità del cliente/cittadino nelle scelte strategiche e da una forte focalizzazione sull’economia circolare.

Reti, ambiente e teleriscaldamento sono alla base della crescita prevista per il 2024. Il Gruppo si appresta inoltre a cogliere opportunità di sviluppo anche di dimensioni rilevanti, grazie al miglioramento della qualità della posizione finanziaria netta conseguita.

Dal punto di vista finanziario oltre a EBITDA a 1 miliardo e 70 milioni di euro si evidenzia:

- Investimenti complessivi per 3,3 miliardi di euro (+300 milioni rispetto al piano industriale precedente)
- Utile netto: circa 300 milioni di euro al 2024
- Dividendo previsto: 9,2 €c/azione (+10%) nel 2019. Crescita successiva del 10% annuo (14,9 €c/azione nel 2024)

Riguardo il lato industriale la strategia è focalizzata sui seguenti punti:

- Clienti: offerte di prodotti e nuovi servizi tecnologici con l’obiettivo di raggiungere 2,25 milioni di clienti nel 2024.

- Crescita Organica: pari a 200 milioni di euro, generati principalmente dal servizio idrico integrato, dallo sviluppo degli impianti di trattamento rifiuti, dalla crescita della customer base, dal teleriscaldamento e dalla partecipazione alle gare gas.

- Efficienza: il piano prevede un target al 2024 di 62 milioni di euro di sinergie ottenute principalmente attraverso il positivo completamento dei progetti di performance improvement.

- Sostenibilità: l’impegno di Iren verso la tutela dell’ambiente e la lotta al cambiamento climatico si concretizza nell’economia circolare, nella minimizzazione del consumo di risorse, nella decarbonizzazione e nella creazione di città sempre più resilienti, attraverso l’offerta di servizi e prodotti a minor impatto ambientale.

- Persone: focus sullo sviluppo delle competenze, attraverso programmi di formazione e riqualificazione, sulla crescita professionale e su strumenti di incentivazione.

- Digitalizzazione: l’impegno nei confronti del cambiamento tecnologico e nella digitalizzazione dei processi del Gruppo si concretizza tramite la creazione di piattaforme informatiche trasversali volte a costruire una Società maggiormente orientata all’impiego ottimale dei dati gestiti.

Rispetto all’ultimo articolo di pochi giorni fa, in cui eravamo stati molto positivi sull’andamento in borsa, Iren ha raggiunto entrambi i target che avevamo segnalato, ottenendo un guadagno del 5,5% in sole quattro sedute.

Visto il piano industriale con ottime prospettive e il trend grafico al rialzo rimango personalmente positivo sul titolo.

Di seguito aggiorniamo i livelli sul giornaliero:

Long
Ingresso: attendere un ritracciamento dopo la salita verticale degli ultimi giorni,quindi entrare al breakout del massimo oppure in base al pattern del pull back
Stop: minimo relativo del pull back

Target: area 2,66 euro, 2° target: 2,73 euro

Valutare posizioni short solo al di sotto di 2,40 euro

0 - Commenti