Aggiornamento ENEL sui massimi degli ultimi 11 anni

Il 4 Settembre scorso Enel ha raggiunto i nuovi massimi dell'anno a quota 6,76 euro riportandosi su valori risalenti ad oltre 11 anni fa.

Ci sono vari motivi che stanno determinando la crescita del titolo.

Innanzitutto Enel beneficia della diminuzione dello spread BTP-Bund avvenuta nell’ultimo periodo e del calo dei tassi con l’arretramento del rendimento del BTP a 10 anni.

A sostenere gli acquisti su Enel contribuisce anche la notizia relativa all'ingresso del titolo, a partire dal 23 settembre prossimo. nell'indice Stoxx Europe 50.

Questo listino, a differenza dello Stoxx 50, è esteso anche al Regno Unito e raggruppa le aziende europee, leader nei principali settori produttivi.

La notizia relativa all'ingresso di Enel nell'indice Stoxx Europe 50 è stata accolta con favore dagli analisti.

Nei giorni scorsi si è inoltre appreso che è stato concluso con successo l'aumento di capitale della controllata cilena, Enel America, per un ammontare complessivo di 3 miliardi di dollari.

L'aumento di capitale è stato sottoscritto al 99,49% e a conclusione dell'operazione Enel è salita nel controllo del gruppo al 57,19% rispetto al 56,8% precedente.

Da segnalare che resta aperta l'opzione di salire ulteriormente fino al 65%.

Sulla scia di queste ultime notizie molti analisti hanno deciso di puntare su Enel, a cominciare da Equita SIM che ha alzato il prezzo obiettivo da 6,7 a 7 euro.

La SIM milanese mantiene una raccomandazione "buy", ritenendo che il piano industriale di fine anno possa offrire ulteriori spunti per una revisione positiva degli utili di Enel.

Anche Fidentiis ha confermato il rating "buy", con un target pari a 5,8-6 euro.

Mediobanca Securities ha ribadito la raccomandazione "outperform", con un un fair value a 6,7 euro.

Ha una visione ottimista anche Banca IMI che consiglia di acquistare Enel, con un prezzo obiettivo a 6,7 euro.

Gli analisti giudicano positivamente la ricapitalizzazione di Enel Americas che mira a migliorare il bilancio e a favorire la crescita esterna.

Secondo Banca IMI l'operazione può contribuire a far crescere l’utile per azione a migliorare l’efficienza e a favorire l'integrazione con le attività del gruppo nell'area.

Osservando i grafici, con il conseguimento del massimo dal 2008 a quota 6,76 euro, il titolo ha raggiunto, sul time frame settimanale, il primo target che avevo segnalato nel precedente articolo a 6,70 euro.

Sul grafico giornaliero invece chi è entrato long dovrebbe essere ancora in posizione con una strategia in trailing profit.

Per chi avesse intenzione di effettuare degli acquisti sul grafico weekly attendere una chiusura al di sopra di 6,63 euro, con stop in area 6 euro e target a 7 e 7,40 euro.

Sul time frame giornaliero Enel sta sviluppando un ritracciamento sulla resistenza a quota 6,63 euro, entrare in caso di formazione di un pattern attendibile oppure alla rottura di 6,76 euro.

Inserire lo stop in zona 6,55 euro e seguire la posizione in trailing profit.

---

Impara a scovare le azioni che ti renderanno ricco!

Iscriviti al Corso completo di Analisi Fondamentale, clicca QUI

---

0 - Commenti